sabato 15 dicembre 2018
26.10.2011 - Beatrice Baratto

Incontro con Marco Vallarino, lo scrittore di punta dell'imperiese

L'intervista all'autore de " Il Muro".

Conosco Marco Vallarino da anni e da sempre quando lo incontro penso che sarei onorata di aver "la sua penna". Il suo modo di scrivere unico, a tratti ironico e irriverente ha una gran capicità di filtrare il mondo attraverso occhi attenti ed istrionici. Il suo romanzo "Il Muro", uscito lo scorso mese di maggio ha ottenuto un grande successo; apprezzato sia dalla critica che dal pubblico, soprattutto quello giovane, lo stesso che lui descrive nel libro offrendo uno spaccato della vita e dei disagi giovanili nella nostra provincia. Problematiche che accomunano non solo i giovani locali ma che son estese su tutto il territorio nazionale.
Marco ti aspettavi questo successo?
 "La visibilità del mio lavoro è aumentata nel corso dei mesi, ho presentato il libro, edito dalla casa editrice Alacràn nell'ambito del Salone del Libro di Torino. Si son mossi radio, giornali e televisione; una sorta di reazione a catena che ha dato ottima visibilità al libro".
Com'è nata l'idea di ambientarlo nel mondo, spesso sconosciuto, dei writers?
" La sinergia è nata con il progetto di Muridamare, finanziato dal Ministero della Gioventù per riqualificare le zone degradate. Lo stesso Ministero ha scelto otto città italiane tra le quali Imperia e fin da subito abbiamo unito le forze per aver maggior visibilità. Fin da piccolo ho nutrito curiosità su chi c'è "dietro" ad una scritta che compare su di un muro e da questo l'idea di scrivere di questo argomento in un racconto a puntate e l'avventura di due liceali nel mondo caleidoscopico del writing."
I protagonisti sono giovani ma tu appartieni alla generazione precedente, qual è il tuo pensiero relativo al mondo attuale degli under venti ?
"Provo smarrimento. Questa è la prima generazione destinata a star peggio delle precedenti. Mancanza di ideali, di valori con famiglie improbabili. A ciò vanno aggiunte la mancanza di posti di lavoro, l'economia traballante, i problemi sociali. Non è un quadro confortante di sicuro".
Ne "Il Muro" affronti il problema legato alla droga. Qualcosa di personale?
"E'' un argomento spinoso che mi sta particolarmente a cuore: avevo degli amici che son morti per abuso di droghe e alcol. Ricorderò sempre che loro mi dicevano che, se avessero potuto tornare indietro nel tempo non avrebbero mai bevuto il primo bicchiere o avrebbero ceduto alla famosa prima volta. Io non bevo e neanche fumo, mi è rimasta la paura."
Per Vallarino si tratta del suo primo romanzo, in precedenza aveva pubblicato alcuni racconti pubblicati in un volume, uno dei quali con Oscar Mondadori. Nel 2001, per "Stampa Alternativa" è uscito un libro dal titolo"Grande Macello", parodia horror del Grande Fratello in cui ha scritto alcuni racconti.
Lunedì scorso Marco è stato ospite dell'assessore allo Sport e Tempo Libero della Regione Liguria, Gabriele Cascino, per allestire una presentazione del libro presso la Biblioteca della Regione Liguria, evento che certifica l'importanza che i contenuti della docu-fiction hanno agli occhi delle istituzioni.. Il prossimo nove di novembre l'autore sarà presente a Genova alla Biblioteca Berio, considerata come allestimento il più grosso polo culturale della Liguria. Il giorno dopo, dieci novembre, appuntamento all'Università di Imperia, facoltà Dams dove il presidente prof. Roberto Trovato farà la presentazione . Scopo dell'incontro la volontà di ricavare dal romanzo un allestimento teatrale.
Sempre a novembre, il giorno diciotto, il giornalista Maurizio Vezzaro presenterà il volume alla Biblioteca Civica.
Un traguardo importante per un giovane artista che proprio recentemente ha festeggiato i cinquemila articoli pubblicati e che da poco ha iniziato la sua collaborazione per BlueLiguria, bimestrale di turismo e cultura diretto da Silvia Neonato.
Marco Vallarino può essere raggiunto su Internet tramite il suo profilo Facebook www.facebook.com/marcovallarino oppure sul blog del libro http://ilmurodimarcovallarino.wordpress.com.
Da Internet si può scaricare gratis il suo gioco Darkiss. Il bacio del vampiro, una avventura testuale sullo stile di Zork e Avventura nel castello, che è stata anche pubblicata sui DVD delle riviste Giochi per il Mio Computer e Linux Pro: http://darkiss.nucleoardente.it
Marco termina la nostra intervista con un gradito e personalizzato augurio:"A tutti i lettori di Ponente OggiAggiungi un appuntamento per oggi un augurio di buon lettura".
Beatrice Baratto

(Foto Massimo VOTA)

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo