venerdì 17 agosto 2018
22.07.2014 - Donatella Lauria

Ventimiglia: degrado al circolo ricreativo per anziani, l'appello disperato al nuovo assessore

Dal 20 gennaio dello scorso anno sono partite numerose segnalazioni al Comune per denunciare la situazione di completo abbandono all'interno del centro ricreativo per anziani. Da allora niente è cambiato. Gli anziani si appellano ora al nuovo assessore ai Servizi sociali Vera Nesci.

Uno scenario da brivido. Sembra una casa abbandonata da anni, in pieno stato di degrado, una cantina in disuso.

Non è cambiato nulla all'interno del centro ricreativo anziani di Ventimiglia. L'unico della città. Situato sotto la nuova biblioteca Aprosiana di via Cavour. E' paradossale ma queste foto, scattate mesi fa da Ponenteoggi, ritraggono il punto  di ritrovo di decine di "vecchietti" che trascorrono qui i loro pomeriggi, giocando a carte e guardando la televisione.

Con l'arrivo della nuova amministrazione, gli anziani si appellano al buon cuore dell' assessore ai Servizi sociali Vera Nesci: mandandole un grido disperato ma allo stesso tempo pieno di speranza perché avvenga un netto cambiamento della situazione.

"Lanciamo al nuovo assessore una richiesta di aiuto, -dichiarano alcuni di loro -  affinché intervenga al più presto. Non chiediamo la luna, ma almeno che il nostro centro assuma sembianze più "umane". Già, perché di civile e decente all'interno del salone ricreativo c'è proprio ben poco.

Pareti incrostate, odore di muffa, degrado e abbandono. Sono mesi che la situazione è stata segnalata al Comune ma nessuno ha mai mosso un dito. Anche un articolo sul Secolo XIX, allertato mesi fa dai responsabili del centro, non ha dato i suoi frutti. E gli uffici competenti sembra non ne vogliano proprio sapere.

Una prima lettera è stata inviata al comune il 20 gennaio 2013.

"Il giorno 20 gennaio - scrive il responsabile del centro - in seguito alle forti piogge la parete destra della sala si è danneggiata e necessita quindi di un tempestivo intervento.

Inoltre abbiamo segnalato per scritto, attraverso una lettera inviata all'ufficio Servizi sociali del Comune,  che i riscaldamenti non sono funzionanti, le tovaglie verdi dei tavoli da gioco hanno cambiato colore per lo sporco e il televisore ha bisogno di manutenzione".

Da allora nessuna risposta. Dopo due articoli del nostro quotidiano online la situazione è rimasta comunque immutata.

"Ci affidiamo ora alla nuova amministrazione - concludono alcuni anziani del centro - abbiamo letto che è particolarmente sensibile e attenta alle tematiche sociali. Speriamo che vengano a vedere il nostro centro e si rendano conto della desolazione e del degrado che regnano".

 

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo