mercoledì 27 maggio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Cronaca
03.05.2013 - Redazione

Blitz dei carabinieri alla Cava Bergamasca, 4 indagati

Blitz dei carabinieri nei punti nevralgici del Ponente in tema di rifiuti. Nella  Cava Bergamasca, di frazione Porra a e nella centrale a biomasse di frazione Bevera, a Ventimiglia, oltre che all'ex capannone Itagro, di Camporosso (andato a fuoco il 9 dicembre scorso), è in corso una grossa perquisizione da parte di una trentina di carabinieri di Imperia, intervenuti col supporto del Noe di Genova e della compagnia di Ventimiglia.

L'operazione è coordinata dalla Dda di Genova, con la Procura di Sanremo, sulla violazione di numerosi reati ambientali di ambito distrettuale.

Gli indagati in concorso sono: Claudio Pastorino, socio della "Energy Green", società che titolare della centrale, ma in qualità di fornitore della legna, che veniva acquisita in Valbormida (Savona); Sergio Carminati (amministratore della Energy Green); Claudio Agnese, titolare della "Itagro", ditta di Camporosso che forniva materiale da risulta della pulizia dei giardini e(sembra) un autotrasportatore.

La Centrale, aperta nel 2011 e costata circa 12 milioni di euro, è stata chiusa alla fine dello stesso anno, dopo un periodo di prova, perchè non funzionava a dovere. La società avrebbe dovuto effettuare investimenti e modifiche per ulteriori 3 milioni e 280mila euro per renderla di nuovo operativa e proprio in questo periodo era in corso la progettazione dei lavori.

I carabinieri stanno bloccando diversi mezzi pesanti in un piazzale all'entrata di Bevera, prima del ponte sul Roja. I reati contestati ai conduttori della centrale a biomasse riguarderebbero lo stoccaggio e lo smaltimento dei rifiuti pericolosi. Si parla anche di un'organizzazione. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Marco Zocco di Sanremo.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo