lunedì 6 aprile 2020
Sei in: Ponenteoggi » Cronaca
19.07.2013 - Redazione

I Cronisti Liguri condannano il comportamento di un giornalista locale: "Falsa l'esclusiva sul caso Capacci"

Genova. Il Gruppo dei Cronisti Liguri interviene per condannare il comportamento tenuto da un noto giornalista locale del ponente ligure in merito al caso della busta con proiettile destinata al sindaco di Imperia Carlo Capacci. Riceviamo,questa mattina per un disguido tecnico, e pubblichiamo il comunicato stampa del presidente Natalino Famà

Il Ponente non sembra essere d’esempio per il giornalismo, di recente. Un grave episodio di scorrettezza, – e non è il primo – riconducibile alla mancanza di rispetto verso la deontologia professionale e verso il lavoro di tutti i colleghi, costringe il Gruppo a porre l’accento sui doveri del cronista. Fabrizio Tenerelli, ufficialmente corrispondente Ansa, del settimanale la Riviera e del sito web Riviera 24, ha dimostrato ancora scarsissimo interesse verso l’etica. Presentandosi all’ufficio stampa del Comune e al sindaco di Imperia come corrispondente Ansa, inducendo quindi il sindaco a ritenere che si occupasse esclusivamente dell’Agenzia nazionale, ha divulgato una notizia sul sito on line (una busta con proiettile indirizzata al primo cittadino), spacciandola tra l’altro come esclusiva. Un Cronista che ha chiari i propri doveri professionali non può presentarsi per una testata e poi pubblicare la notizia su un’altra testata presso la quale collabora, senza che gli interlocutori ne siano a conoscenza. L’ufficio stampa del Comune e il sindaco Carlo Capacci (da poco eletto e quindi con scarse conoscenze personali dei cronisti) confermano di aver ricevuto una chiamata da utenza anonima e di non aver avuto una completa informazione dall’interlocutore, presentatosi esclusivamente come giornalista Ansa. L’atteggiamento tenuto non qualifica certo la categoria, rende un’immagine da “furbetto del quartierino” davvero poco edificante, anche per le testate che rappresenta. Tra l’altro è falsa nella sua esclusività. La prima intervista, il sindaco Capacci l'ha rilasciata alle ore 10 alla Rai ed è andata in onda nel Giornale Radio Rai delle ore 12. È molto triste dover insegnare a colleghi che da tempo non sono più principianti il concetto di correttezza professionale. Ed è triste dover ancora una volta intervenire, a tutela di una categoria costretta a difendersi da rappresentanti della stessa categoria. Ritengo opportuno segnalare i fatti recenti, ormai troppi, all’Ordine dei Giornalisti e all’Associazione Ligure, prima che pochi senza regole e scrupoli trasformino irrimediabilmente la professione in una giungla.

 Il Presidente del Gruppo Cronisti Liguri Natalino Famà


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo