martedì 13 aprile 2021
Sei in: Ponenteoggi » Cronaca
12.10.2011 - Marco Risi

Sanremo, operazioni e blitz dei Carabinieri per contrastare il fenomeno dell' immigrazione clandestina

SANREMO- il Blitz al Tiro a Volo di questa mattina va inquadrato in una più ampia operazione di contrasto dell'immigrazione clandestina. Operazione effettuata dai Carabinieri comandati dal Capitano Gerardina Corona.

E’ corso dalla giornata di ieri 11 ottobre 2011 una incessante opera di controllo del territorio sanremasco operato dai presidi territoriali dell’Arma dei Carabinieri volto al contrasto del fenomeno dell’immigrazione clandestina, traffico e spaccio di stupefacenti.

Le operazioni, condotte dai Carabinieri della Compagnia di Sanremo, coadiuvati da personale del Nucleo Investigativo di Imperia hanno consentito di arrestare:

• a Santo Stefano al Mare, LAKHLIFI EL MEDHI, cittadino marocchino, latitante, poichè colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Sanremo per i reati di rapina in concorso, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione a Riva Ligure nel giugno corso;

• a Sanremo, nel centro storico, quartiere più propriamente denominato “Pigna”, due tunisini irregolari: DRID HAITEM e BORGUIE BACIHER, i quali in concorso tra loro sono stati sorpresi dai militari del Nucleo Operativo a spacciare dosi di eroina ad un giovane italiano che è stato segnalato alla Prefettura di Imperia quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Alle prime luci dell’alba di oggi, inoltre, i Carabinieri di Sanremo dopo aver individuato alcuni obiettivi abitualmente frequentati da cittadini extracomunitari come dormitori e rifugi di fortuna, hanno effettuato una serie di controlli nelle zone: Pigna, Frazione Poggio, Valle Armea, Pian di Poma nell’area del tiro a volo, sorprendendo 12 persone magrebine tutte fermate ed accompagnate alla caserma di Villa Giulia per le procedure di identificazione tutt’ora in corso.

Nell’ambito di questi controlli è venuta alla luce, all’interno di un’abitazione sita nel quartiere “Pigna”, un’allarmante situazione di degrado di un nucleo familiare tunisino con figli minori lasciati in condizioni igienico sanitarie e strutturali particolarmente preoccupanti. La problematica è stata immediatamente segnalata ai servizi socio-assistenziali del Comune perché possano assicurare migliori condizioni di vita ai bambini.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo