giovedì 28 maggio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Cronaca
13.06.2013 - Redazione

Ventimiglia: arrestati due fratelli con un arsenale di armi in casa

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia hanno tratto in arresto i fratelli VIGNE DAMIEN OLIVIER, 31enne, operaio residente a Ventimiglia e  VIGNE ALEXANDRE CLAUDE DOMINIQUE, 35enne, operaio residente a Castellar con l’accusa di introduzione e detenzione illegale di armi comuni da sparo, armi da guerra, munizioni e alterazione di armi comuni da sparo.

I militari hanno anche effettuato una perquisizione nella casa dei due, a Latte di Ventimiglia. Il tutto dopo che un uomo aveva sporto denuncia dicendo di essere stato minacciato dai due fratelli dopo che aveva preteso il pagamento di alcuni migliaia di euro dovuti per lavori che aveva svolto.

Rinvenuti una lupara, due fucili, un moschetto di fabbricazione tedesca e decine di cartucce. Oltre ad arrestare i due i carabinieri hanno denunciato, in stato di libertà anche i due genitori degli arrestati per favoreggiamento reale, avendo nascosto senza trarne profitto all’interno dell’abitazione le armi. I due fratelli sono ora nel carcere di Sanremo.

Sono in corso accertamenti per verificare l’utilizzo delle armi e la provenienza delle armi stesse, non risultanti registrate nella Banca Dati nazionale e verosimilmente importate dalla Francia.

In modo particolare rimane da capire il possesso del fucile a canne mozze notoriamente utilizzato nei delitti di mafia ed opportunamente modificati proprio per essere facilmente occultati sotto gli indumenti.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo