venerdì 19 agosto 2022
Sei in: Ponenteoggi » Cronaca
07.08.2013 - Redazione

Ventimiglia, ragazzine francesi aggrediscono donna di 45 anni

Due giovanissime ragazze di nazionalità francese, una di anni 16 e mezzo, l’altra di appena 14 anni e mezzo, hanno rapinato nel primo pomeriggio di ieri 6 agosto, nel centro cittadino di Ventimiglia, una donna di 45 anni che stava rientrando nella propria abitazione. Le due rapinatrici, con azioni e gesti molto aggressivi, hanno fatto rovinare a terra la vittima in prossimità dell’ingresso condominiale della sua abitazione, bloccandola con la forza nel tentativo di rubarle la borsa, solo parzialmente riuscito.

La donna aggredita è riuscita, con grande coraggio e forza d’animo, ad ostacolare il furto della borsa e contemporaneamente a chiamare aiuto a gran voce attirando l’attenzione dei passanti. Le due giovanissime francesi, risultate poi scappate da un centro per minori di Cagnes Sur Mer, in Francia, riuscivano tuttavia ad impossessarsi di alcuni oggetti tra cui un cellulare, le chiavi dell’abitazione, un occhiale di valore. Le minorenni francesi fuggivano precipitosamente nelle strade del centro, seminando il panico tra i malcapitati automobilisti in transito e rischiando seriamente di essere investite, ma finivano per entrare in un vicolo privo di via d’uscita e cercavano disperatamente di nascondersi dietro alcuni veicolo parcheggiati. Un nipote della donna rapinata, che casualmente transitava in quell’istante ed era accorso avendo udito le disperate invocazioni d’aiuto della vittima, riusciva ad inseguire le due giovanissime donne e ad individuarle nel cortile interno dove si erano involontariamente rinchiuse. I poliziotti del Commissariato, che nel frattempo erano stati avvertiti da chiamata sul nr. d’emergenza 113, immediatamente giungevano sul posto e bloccavano le due rapinatrici recuperando la refurtiva. La sedicenne risultava avere precedenti penali i in Francia. Entrambe le giovani, prive di qualsiasi documento d’identità, erano arrestate in flagranza di reato per rapina in concorso. Negli uffici del Commissariato di Polizia, per tutta la durata delle operazioni di accertamenti anche radiografici, per verificarne l’età, fotosegnalamento e compilazione degli atti di polizia giudiziaria, le due giovani donne mantenevano un atteggiamento aggressivo e irrispettoso senza mai dare segni di ravvedimento o pentimento. Sono state attivate le procedure per avvisare la famiglia delle arrestate e le competenti autorità francesi. Nella serata i poliziotti le accompagnavano a Genova in un centro di prima accoglienza per minorenni, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La vittima era nel frattempo sottoposta a visita dai sanitari dell’ospedale di Bordighera che riscontravano trauma cervicale e alle braccia oltre a varie contusioni.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo