mercoledì 25 novembre 2020
06.05.2015 - Redazione

Ciclismo: la città di Genova saluta il Giro d'Italia con mille iniziative

Non solo il ponente ligure apre le porte alla corsa in rosa più famosa d'italia.

 ll Comune di Genova saluta il Giro d’Italia – che prende il via sabato 9 maggio e arriva domenica 10 a Genova al termine della seconda tappa – con una serie di iniziative e di mostre che coinvolgono i musei cittadini, le biblioteche, le scuole e il territorio.
Motori del programma sono – oltre che Assessorato Cultura e Turismo e Assessorato Scuola, Sport e Politiche Giovanili – i Municipi e i CIV (centri integrati di via) da sempre un prezioso aiuto per l’Amministrazione civica nell’organizzazione di eventi, mercatini, dj set e attività per bambini che coinvolgono l’intera città.
Importanti le iniziative dell’Assessorato Scuola, Sport e Politiche Giovanili: “Librinbici. Pedalarleggendo: Un invito alla lettura pedalando tra le pagine”, questo il nome del programma che coinvolge Municipi, i nidi e le scuole d’infanzia comunali.
«In occasione dell’arrivo a Genova della “carovana rosa” – dice Carla Sibilla, assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova – accogliamo i tanti turisti e gli sportivi che seguono questo importante appuntamento con un programma di iniziative che rilanciano l’immagine di vivacità del nostro territorio e di ricchezza di un patrimonio culturale di cui siamo orgogliosi.

Apriamo gratuitamente i gioielli dei Musei di Strada Nuova, i CIV e i Municipi hanno pensato un programma all’insegna del divertimento, abbiamo coinvolto anche i più piccoli con laboratori nelle biblioteche. Il nostro intento è utilizzare le preziose opportunità di visibilità che sanno offrire eventi importanti e molto popolari come il Giro d’Italia per proseguire nel cammino di promozione delle eccellenze della città».
Alcune mostre sono già state inaugurate. La prima “Maestro di sport e di vita” si può visitare nel Cortile di Palazzo Tursi fino al 10 maggio ed è dedicata ad Alfredo Martini, il più vittorioso dei Commissari Tecnici che abbia avuto la Nazionale italiana di ciclismo.

Un’altra bella esposizione – “La bicicletta e la grande guerra” – è stata aperta martedì 5 maggio nella Biblioteca Gallino di Sampierdarena in occasione del centenario dell’ingresso dell’Italia nel Primo conflitto mondiale.
Le Biblioteche Berio e De Amicis mettono a disposizione una bibliografia “ciclistica” negli spazi espositivi, oltre a proposte di lettura disponibili agli utenti anche attraverso il sito delle biblioteche.

Alla De Amicis inoltre si svolgono per tutto il mese di maggio attività dedicate alle scuole: "LibrinGiro", percorsi di lettura ad alta voce su storie e racconti in bicicletta (per classi di ogni ordine e grado) e - Reading a cura di Franceso Langella da "Il ciclista illuminato" di Roberto Piumini (per classi del secondo ciclo della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado). Gli appuntamenti sono su prenotazione: 010/252237 o 010/265237).

Altra notizia da mettere in risalto è che ai Musei di Strada Nuova domenica 10 maggio si potrà entrare gratis; basterà solo presentare all’ingresso delle biglietterie uno speciale coupon reperibile sul sito del Giro d’Italia www.gazzetta.it/Giroditalia/2015/it/
Al Castello D’Albertis infine si aspetta l’arrivo della tappa genovese del Giro d’Italia con una giornata interamente dedicata alle biciclette. Nel corso dei festeggiamenti verrà riscoperta la "Scuotiossa", la famosa bicicletta del Capitano Enrico Alberto D’Albertis con la quale percorse a tempo di record i 200 chilometri di strada fra Genova Voltri e Moncalieri nel 1872.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo