mercoledì 5 agosto 2020
21.06.2014 - M.B.

Cultura: Montecarlo diventa la capitale della danza

Per l'ex dirigente ed ingegnere della SBM, Francis Rosset, Monte Carlo è stata una fucina di scoperte e di ispirazione, per la sua vita e per il suo lavoro.

Ma è solo dopo una intensa attività di ricerca, costante e puntigliosa, che il suo contributo ha avuto il suo apice, consacrando definitivamente il principato come l'autentica capitale della danza ben prima dell'affermarsi delle coreografie di Diaghilev. E' merito di Rosset  infatti essere riuscito a portare alla luce documenti e foto sepolte nell'archivi di Stato e in quelli dell'SBM da cui ha attinto a piene man,i per realizzare il volume, "Ballets à Monte-Carlo", circa 300 pagine frutto di ben 3 anni di lavoro a cui lo stesso editore (Liamar Editions), ha dedicato particolare attenzione.  Scoprendo così, per esempio, che dal 1654, data della prima rappresentazione di balletti è avvenuta al Palazzo e fino ai giorni nostri, la danza ha sempre avuto un ruolo fondamentale sulle scene dei prestigiosi teatri monegaschi. Queste ed altre curiosità sono state oggetto del dibattito organizzato presso lo spazio culturale SCRIPTA MANENT di Monaco, lo scorso 17 giugno, in compagnia dell'autore  ed animato dal giornalista François Jacquot, a cui ha assistito con attenzione SAR la Principessa Carolina di Hannover, che ne ha curato la prefazione, e numerose altre personalità istituzionali.  Alla serata, conclusasi con un cocktail, non è mancato il momento riservato alle dediche a cui Francis Rosset, nonostante i suoi 92 anni, non si è affatto sottratto. Un altro modo per lasciare un segno concreto del suo attaccamento a Monaco e alle sue tradizioni, decisamente molto apprezzato da tutti i presenti. Il volume 'Monte-Carlo Ballets', edito dalla LIAMAR Editions è in vendita nelle migliori librerie, alla FNAC di Monaco e presso la Scripta Manent.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo