domenica 5 aprile 2020
07.09.2015 - redazione

Gran finale a Recco: fuochi d'artificio, concerti e stand gastronomici

Gran  finale  con fuochi artificiali  e di  “sparate”, di concerti bandistici, stand gastronomici, annulli postali, treni straordinari,  domani, martedì 8 settembre a Recco, in provincia di Genova per la  sagra del fuoco della festa di Nostra Signora del Suffragio.

Un appuntamento che  porterà  nella cittadina rivierasca  diverse migliaia persone.

Domani, dopo la “sparata” di mortaletti alle 3,30 da parte dei quartieri per il saluto alla Madonna  e la Messa dell’alba alle  4,30 ,presieduta dal cardinale di Genova Angelo Bagnasco  e dopo la Solenne Celebrazione Eucaristica alle 11 celebrata dall’arcivescovo di Genova. alle 13, è in programma lo spettacolo pirotecnico a giorno del quartiere Verzemma curato dalla Tirrena Fireworks di Mondragone (Caserta), preceduto dalla grande sparata nel torrente.

In serata, alle 23,    solenne processione per le vie cittadine con l’arca di Ns del Suffragio  porta a spalla dagli atleti  della Pro Recco Rugby, con le Confraternite , i crocifissi e la banda “Gioacchino Rossini” e le  sparate di “mascoli” dei Quartieri  Collodari, Verzemma, Bastia, Liceto, Spiaggia e Ponte. La Regione Liguria  parteciperà alla processione con il presidente del Consiglio Regionale Francesco Bruzzone e l’assessore al Turismo Gianni Berrino.

 Gli ultimi tre spettacoli pirotecnici, alle 23, sono  del Quartiere San Martino, curato  da Gerardo Scudo di Ercolano, Napoli , del Quartiere Spiaggia con  i fratelli Scudo ( “I Guaglioni”) di Roccarainola ( Napoli) e i fuochi artificiali curati dall’azienda di Gianni Vaccaluzzo ( Zio Piro) di Belpasso, Catania per Liceto.

  Al mezzanotte, sparata di mascoli del quartiere San Martino nel greto del torrente davanti al Santuario.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo