martedì 7 febbraio 2023
27.01.2014 - Pierantonio Ghiglione

L'astratto come concreto: mostra di Principia Bruno Rosco

Sarà inaugurata sabato 8 febbraio 2014 a Vigevano (Pavia) presso lo Spazio Rocco Scotellaro (Via Cesarea, 49) la mostra personale della pittrice Principia Bruno Rosco.  La mostra avrà come titolo accattivante “L’astratto come concreto”, e godrà del patrocinio del Comune di Vigevano, Associale delle Genti Lucane, Associale Il Volano, la Unuci e gli Amici di Palazzo Cusani Milano.  Le opere della Rosco saranno in esposizione dall’8 al 22 febbraio 2014 con questi orari: mercoledì e venerdì in serata dalle 21 alle 23 e il giovedì, sabato e domenica nel pomeriggio dalle 17 alle 19. In questa mostra in Vigevano, la pittrice propone opere vertenti sull’astratto del concreto. Non è facile distinguere il diverso significato concettuale della parola, ma la conoscenza intellettuale situa nelle forme individuate nella materia.

Ecco cosa pensa il critico giornalista editore Vittorio Aggio sull’artista: “Principia inizia a dipingere fin da piccola, ma si è formata sia frequentando per qualche periodo l’Accademia e sia a bottega dai grandi maestri dell’arte: Schifano, Brindisi, Kodra e altri, con i quali ha sviluppato una notevole affinità artistica. Abbeverata della pittura di questi grandi maestri, nel corso degli anni ha saputo inventare un modo del tutto personale ed originale di fare arte. Dopo un periodo dove si è dedicata all’arte formale, poi a quella concettuale e poi all’espressionismo, oggi ha subito un cambiamento nel quale universalizza il linguaggio delle sue emozioni nella concezione trascendentale della realtà. Anche se ci sono montagne di scritti su Principia Bruna Rosco, comprendere la sua anima e la sua non comune sensibilità, non è cosa facile”.

Le tematiche della Rosco risvegliano contenuti, memorie, dimensioni ancestrali e straordinarie che trascendono l'ordinario ed hanno, pertanto, un valore assoluto nel Mondo magico della pittura e della letteratura.  La Rosco è di formazione moderna, pertanto, non è abituata a disegnare e ridisegnare, vuole che la sua pittura sia libera, perciò, accostata al soggetto, preferisce lasciar fluire le emozioni e scoprire, passo dopo passo, il realizzando per un risultato finale spontaneo e pittorico. Ama la vita, la natura, i bambini e tutto ciò che di bello può esserci in questo Mondo e, questo, le fa apparire il viso radioso, un sorriso gioioso dal quale traspare la sua bellezza interiore e la purezza dei suoi sentimenti sempre più rivolti verso tutti noi. Recentemente dall’Esercito ha ricevuto un importante Attestato di Benemerenza, del quale si sente immensamente onorata. Principia Bruna Rosco è un’artista socialmente impegnata: è Presidente dell’Associazione Socio Culturale Il Volano, è socio fondatore dell’Associazione Amici di Palazzo Cusani e del Forum delle Associazioni, è socia dell’UNUCI di Milano, del G.S.A. (Giornalisti Specializzati Associati), delle Genti Lucane e altre. A livello umanitario promuove mostre di beneficienza per Telethon, l’AIFO, l’AIDO e altre istituzioni.

Principia Bruna Rosco, originaria della Lucania, una regione ricca di cultura, musica, natura e storia, vive e lavora tra Milano e il Parco Nazionale d’Abruzzo. Ha al suo attivo più di cinquecento mostre di pittura, personali e collettive, sia in Italia sia all’estero. Le sue opere sono presenti in molti Musei; le più importanti sono al Museo d’Arte Sacra di Chieti e al Museo di Arte Contemporanea di Praia a Mare. Contemporaneamente alla sua vita di pittrice, si è dedicata anche a un’altra nobile arte: la scrittura, pubblicando due libri poesie: “Vorrei” e “Conoscere il Vento”; i romanzi dal titolo “PETRA – La donna del Vento” e “La Ragione del Destino”, seguiti da “L’Incursore-La Pace Armata”. E’ in corso di pubblicazione un altro suo romanzo.

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo