lunedì 12 aprile 2021
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
11.03.2013 - Donatella Lauria

"Facciamo Vivere il campo di atletica di Sanremo": il messaggio dalla Mezza Maratona di Imperia

Tanti campioni durante la gara imperiese hanno fatto sentire la loro solidarietà per cercare di risvegliare dal letargo amministratori e dirigenti sportivi e fare finalmente nascere la struttura sportiva sanremese in perenne letargo.

Anche gli atleti che hanno preso parte alla Mezza Maratona di Imperia hanno lanciato un chiaro messaggio dopo la fatica della gara per sensibilizzare amministratori e dirigenti sportivi a fare nascere il nuovo campo di atletica di Sanremo, finora abbandonato a se stesso e inutilizzato.

Emma Quaglia, Corrado Bado e tanti altri podisti hanno sventolato il volantino che ormai sta diventando uno spot d'emergenza per porre l'attenzione sullo stato di fermo che attanaglia la struttura sportiva sanremese. Il gruppo, nato su facebook e fondato da Luca Piccolo, ha già superato i 500 iscritti.

Parlando della gara una splendida giornata di sole, 15° di temperatura e un po' di vento hanno accolto i 400 atleti che hanno scelto di venire ad Imperia e cimentarsi sulla mezza maratona e sulla 10km; significativa anche la presenza di oltre 50 atleti provenienti dalla vicina Francia, in particolare da Marsiglia e Nizza. Si preannunciava sulla mezza una gara molto battagliata da cui sarebbe potuto venire fuori un significativo riscontro cronometrico. Purtroppo, il vento ha condizionato il tempo finale, ma l'agonismo non è mancato, con gli atleti africani che hanno preso quasi subito le redini della gara. Al 15° km passavano in testa i marocchini Mokhraji, Kisri, Zaid; il ruandese Sebahire e il keniano Omuya. Sul lungo rettilineo dell'arrivo si presentavano allo sprint Kisri e Mokhraji che, con maggiore brillantezza, guadagnava qualche metro sul connazionale, aggiudicandosi la sesta edizione della Mezza d'Imperia in 1h05'43. Terzo il ruandese Sebahire (1.05''46''). Primo italiano Corrado Bado(1.14'06''). La gara femminile è stata praticamente un assolo della maratoneta genovese Emma Quaglia che, ha un po' allungato il previsto allenamento di 15km di medio variato ed ha chiuso i 21 chilometri e 97mt. in 1.15'37'', in vista della gara tirata alla Stramilano il prossimo 24 marzo, quando proverà ad abbassare il proprio personale di 1.13'. Secondo posto per la marocchina Arafi (1.20'06''). Terza l'italiana Tiziana Gianotti (1.23'32''). Sui 10km ha trionfato al maschile, il tunisino Mehdi Khelfi ed al femminile Federica Beccaria.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo