giovedì 6 agosto 2020
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
07.11.2014 - D.Mazzone

Podismo: correre nei parchi tra paesaggi e natura

Prosegue la collaborazione di Danilo Mazzone, giornalista genovese esperto di podismo e conoscitore dei percorsi liguri più affascinanti....

Se correre al fresco dei sentieri è bello, è ancora più bello e refrigerante praticare footing o running nelle aree parco delle quali è ricca la  provincia di Genova, e nelle tante zone verdi che si possono scoprire con un po’ di buona volontà. Si tratta di una full immersion nella natura. Oltre tutto, stanno prendendo piede le discipline trail (corsa sui sentieri, fuori strada), che trovano ambienti magnifici da noi.

SENTIERI MONTE PORTOFINO. Il Monte di Portofino, a circa tre chilometri di distanza da Camogli, è un’area verde dal grande fascino ambientale e naturalistico. Una possibilità, adatta a tutti, immersa nel verde, è data dal facile sentiero sterrato che, dall’Hotel Portofino Vetta, porta in località Pietre Strette, passando vicino a rupi conglomerati che di grande e ancestrale bellezza. Si tratta di tre chilometri (scarsi) che non presentano particolari difficoltà né asprezze. Da località Pietre Strette si può percorrere una cornice magnifica, con sguardo sulle pareti a picco, che conduce al Semaforo Vecchio (altri quattro chilometri) oppure scendere (e salire, roba da chilometro verticale) verso la baia di San Fruttuoso (tre chilometri). Perché non concludere il tutto con un bagno in mare?Ma in generale il Monte è ricco di sentieri , di una vera e propria ragnatela di itinerari, che possono essere uniti l’uno all’altro.

USCIO E DINTORNI. Si può raggiungere località Colonia Arnaldi, rinomata casa di cura, dalla posizione invidiabile a circa 500 metri sul livello del mare. Da lì parte un magnifico sentiero (ciottoloso in certi  punti) che conduce al Santuario di Caravaggio. Sono circa cinque chilometri con una certa pendenza, a cavallo fra Tigullio e Val Fontanabuona, con panorami magnifici che spaziano verso la Corsica e Genova da una parte, e verso il Monte di Portofino dall’altra. E’ un percorso adatto a podisti esperti.

CORNUA E DINTORNI. E’ invece adatta in pratica a tutti la strada asfaltata che, da località Cornua, conduce verso il Monte Fasce nel corso di otto chilometri ondulati, ma lontani dal traffico e a una quota  (800 metri) dove l’aria è fine e lontana da calura eccessiva. E’ anche un percorso con chilometri segnati, in maniera da suscitare (e soddisfare) velleità cronometriche. Anche qui si può godere di visioni da cartolina.

CASA DEL ROMANO. Da località Casa del Romano (Parco del Monte Antola)  parte uno sterrato ampio, che conduce a poco a poco sulla vetta del Monte Antola (a 1340 metri di quota). Inutile dire che lo sguardo spazia da una parte sul Mar Ligure, dall’altra sulla Pianura Padana e e, in condizioni di visibilità, sulla catena alpina. Si tratta di cinque chilometri adatti a tutti. Occorre una certa adattabilità alla quota, ma il panorama merita.

                Danilo Mazzone  


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo