sabato 25 gennaio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
11.05.2015 - Donatella Lauria

Podismo: i fantastici chilometri gomito a gomito con Ivana Di Martino

Il viaggio di Ivana Di Martino da Ventimiglia a Muggia, dal mar Ligure al mar Adriatico, dall'estremo Ponente all'estremo Levante. Il diario dei primi chilometri corsi insieme.

 

Accompagnare Ivana De martino per 14 km è stata una grande emozione, oltre che un onore.

Le ho corso a fianco fino quasi a Pian di Poma a metà del nuovo tunnel che collega Ospedaletti a Sanremo sul bellissimo tratto di ciclabile appena ultimato.

E' stata tanta, nonostante il breve tragitto condiviso, la forza che mi ha trasmesso. La forza di una donna che ha combattuto in prima persona una difficile battaglia per tornare a vivere più forte di prima, una donna dotata di coraggio, grinta e generosità.

Dalla partenza, alle ore 8 e 30 nella Piazza del Funtanin vestito a festa e risuonante di applausi, fino a quella stretta di mano che ha segnato la fine del nostro “breve” viaggio insieme, è stata un'emozione unica. Sembro ripetitiva ma certe sensazioni rimangono fisse nel cuore e non ti lasciano più.

Correndo gomito a gomito abbiamo anche chiacchierato: le ho raccontato un po' della nostra Liguria, le ho chiesto qual'è il segreto per sentire meno i chilometri. “Pensare che ne devo fare 5 alla volta”, - mi ha risposto, - e non fare il conteggio dei chilometri totali che mi separano dall'arrivo”. Ogni 5 km, Ivana cammina velocemente 500 metri. E' un'esigenza fisica in tratte così lunghe. E in effetti la corsa è un po' come la vita. Affrontare i problemi “sminuzzati” in tante parti e non ingigantirli o vederli tutti in blocco. Il segreto c'è sempre. Anche per i campioni. Perchè la vita è un po' come una lunga gara. Sta a noi calibrare i chilometri per affrontarla al meglio. La vittoria non è nel crono. Ma nel modo di affrontare la fatica sul percorso. Ed è quella la vera felicità.

Nel tardo pomeriggio, dopo circa 10 ore di corsa,  Ivana ha tagliato il primo traguardo a Finale Ligure. Totale 94 km. Ben 80 dopo il nostro saluto.

E poche ore fa Ivana ha ripreso il suo iter lungo tutta la Liguria per terminare domenica prossima a Muggia.

Un tragitto da Ovest ad Est di 800 km, dall'alba al tramonto come lei stessa ha ribadito più volte.

Nel suo viaggio non è sola. Ha accanto molti angeli custodi che la sostengono in ogni passo e che leggono a distanza i suoi battiti cardiaci grazie ad un cardio.

La preparazione atletica è di Fabio Vedana,  che con Luca Borreca - project manager , Niccolò Malasomma,  Maddalena Martera, - fisioterapista -, Luana Molinari - nutrizionista - e Marianna Zanatta - manager - compone lo staff che la seguirà per le necessità fisiche, emotive e logistiche.

Con questo progetto, Rexist Run, l'alteta milanese ha scelto di sostenere Dynamo Camp, struttura di Terapia Creativa per minori con gravi patologie. "Rexist per resistere all'esistenza".


 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo