giovedì 28 maggio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
12.09.2013 - Redazione

Podismo: lo sport come modello educativo, l'Aistap alla "Corri in rosa" di Ventimiglia

Il 15 settembre è in calendario a Ventimiglia la prima gara di corsa dedicata alle sole donne. La manifestazione si apre sabato 14 settembre con un pomeriggio all'insegna di sport, cultura, psicologia e benessere. Ponenteoggi media partner dell'evento.

L’Aistap incontra lo sport nel corso della prima edizione della "Corri in rosa" di Ventimiglia: quasi 10 km per le appassionate di corsa e per chi ama camminare. Un tragitto a bordo mare e negli scorci più significativi del centro storico. Si tratta del primo evento podistico tutto al femminile. Ponenteoggi sarà il media partner ufficiale dell'evento. 

Nel corso degli eventi collaterali in calendario sabato 14 alle ore 16 nella biblioteca Aprosiana di via Cavour,  Anna Maria Roncoroni, presidente dell’Aistap, parlerà di sport e talento nel corso della conferenza “Padronanza e prestazione- lo sport come modello educativo”. Roncoroni parlerà dell’importanza dello sport in età evolutiva, per uno sviluppo sano ed equilibrato e di come uno sport individuale come il podismo, possa aiutare i ragazzi a confrontarsi con i propri limiti, sviluppando la capacità di affrontare le difficoltà e la fatica.

Sarà ospite il divulgatore scientifico Marco Bianchi, volto noto della televisione per la sua rinomata arte in campo di cucina e benessere.

Saranno inoltre premiate alcune eccellenze locali che si sono distinte nello sport   in ambito nazionale e internazionale.

 La tavola rotonda verrà moderata dalla giornalista, ufficio stampa dell’Aistap (e podista) Donatella Lauria.

Una manifestazione sotto il segno dello sport,  nata nel Comune Porte, cresciuta a Cuneo e sviluppato a Ventimiglia:  non solo una gara ma soprattutto un momento di aggregazione per sostenere le campagne a difesa delle donne e contro ogni forma di violenza nei loro confronti. 

Dalle ore 8 di domenica, sul piazzale Resentello, sarà possibile iscriversi alla coorsa podistica e non. In alternativa si può inviare mail all’indirizzo im065(at)fidal.it.

La partenza è fissata alle 10.

Premi in denaro per le prime 5 classificate della gara competitiva e pacco gara per tutte le partecipanti.

La Corri in Rosa nasce a Porte, piccola cittadina nel pinerolese, per supportare lo sportello Svolta Donna che sostiene le donne vittime di violenza, attraverso una rete comprendente associazioni di volontariato, professionisti, enti pubblici. Nel 2011, attraverso l'entusiasmo del GS Roata Chiusani e dell'amministrazione comunale di Cuneo, la Corri in Rosa arriva a Cuneo, in gemellaggio con Porte, in favore della Rete Antiviolenza, soggetto analogo allo sportello pinerolese, operante sul territorio della Provincia Granda.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo