giovedì 28 maggio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
21.09.2013 - Redazione

Podismo: l'ultramaratoneta Michele Graglia trionfa in California

 

California (USA). Cleveland National Forest, la più meridionale delle foreste della California, clima caldo e secco, contee di San Diego, Riverside e Orange. Qui si è corsa nei giorni scorsi la terza edizione della “Los Pinos 50 km Trail”, competizione internazionale sulle montagne che sovrastano il lago Elsinore, tra Los Angeles e San Diego. Tra i 74 concorrenti alla partenza, avvenuta domenica scorsa alle 6:18, anche l’italiano Michele Graglia, indossando la canotta bianco-azzurra della Sanremo Runners, in gara con illustri specialisti tra i quali Dominic Grossman (tra le vittorie Angeles Crest 100 Mile Trail 2011 e 2013), il francese Fabrice Hardel (vincitore San Diego 100 Mile e altri 6 ultra trail), il messicano Oswaldo Lopez (vincitore Badwater 135 Mile 2011 e importanti trail), Igor Campos (quest’anno vincitore Rohring Round 100 Mile e Oriflame 50k Trail), Bryan Peterson (quest’anno vincitore Mesquite Canyon 50 Mile Trail).

Spiega Michele Graglia: “La chiamano la 50 km più dura della California per un motivo... è durissima! Però una bellissima gara con paesaggi sempre mozzafiato, completamente immersi nella natura ha sempre un fascino unico. Picchi non alpini ma molto impegnativi. Ha fatto un caldo brutale, oltre 40 gradi e tra quei canyon si soffocava... Nemmeno una bava d'aria e tutto sopra la fascia boschiva, quindi direttamente sotto il sole. Mi sono abbrustolito! Oltre al caldo anche il percorso si è presentato impegnativo con i soliti sali e scendi dei trail di montagna, ma con due salite molto molto difficili. La prima di oltre 12 km con circa 1400 metri di dislivello, la seconda più corta, 4,5 km con circa 700 metri di dislivello. A tratti ripidissime.

E' stata una battaglia dall'inizio alla fine. Non pensavo poter essere competitivo dato il periodo di recupero delle ultime quattro settimane dopo la Leadville 100 Mile.  Da rilevare che i primi 15 corridori sono tutti di alto livello; dopo una partenza lampo mi sono trovato al decimo posto. Davanti a me, tra gli altri, Grossman, Hardel, Lopez, Campos, Peterson.

Ho corso i primi 20 km (1h24’)  insieme a Oswaldo Lopez, occupando il nono e il decimo posto, con i battistrada con circa quattro minuti di vantaggio. All’arrivo della prima salita importante il sole cominciava a farsi sentire, qui ho trovato un buon passo e all’arrivo in vetta ho rimontato fino alla quarta posizione.

A seguire una discesa vertiginosa fino al fondo valle, prima di prendere la seconda spaventosa salita. A questo punto ho cominciato ad accusare il passo veloce, nonché l'altitudine e l'alta temperatura. Un'agonia. Dopo pochi chilometri però ho raggiunto il penultimo checkpoint dove ho avuto occasione di riprendere le forze, anche grazie a mezzo litro di cocacola. Zucchero e caffeina sono stati gli alimenti migliori per rimetterti in piedi! Malgrado il rifornimento propizio, mentre stavo per ripartire, mi raggiunge e supera il francese Fabrice Hardel, relegandomi alla quinta posizione.

Essere superato, soprattutto quando si è in difficoltà, è sempre psicologicamente debilitante, ma subito dopo aver lasciato il checkpoint mi sono lanciato all'inseguimento. Ora il percorso si presentava molto più scorrevole con saliscendi "corribili", riuscendo a prendere un buon ritmo. Negli ultimi 10 km ho ripreso il francese Hardel e proprio all'ultimo chilometro ho superato Jon Clark in difficoltà. Dopo 5h19:47 il traguardo: dato il livello della competizione sono contentissimo del mio terzo posto, e ancora più contento considerato il mio stato attuale di forma!”. 

 LOS PINOS 50K TRAIL 2013. Classifica maschile (74 partiti, 47 arrivati, 27 ritirati): 1. Brian Peterson 1981 (San Diego) 4h58:01, 2. Dominic Grossman 1986 (Costa Mesa) 5h06:26, 3. Michele GRAGLIA 1983 (Italia, Sanremo Runners) 5h19:47, 4. Jon Clark 1975 (San Diego) 5h21:12, 5. Fabrice Hardel 1973 (Francia) 5h28:18, 6. Igor Campos 1984 (Chula Vista) 5h48:29, 7. Jonathan Landis 1970 (San Diego) 5h52:08, 8. Jack Cheng 1971 (Temple City) 6h49:12, 9. Cameron Rentch 1973 (San Marcos) 6h56:32, 10. Kevin Patterson 1984 (Leucadia) 6h56:33, 11. Robert Schipsi 1960 (Laguna Beach) 7h03:13, 12. Jaime Castaneda 1967 (Los Angeles) 7h10:20, 13. Oswaldo Lopez 1971 (Madera) 7h23:40, 14. Griffin Labonte 1982 (San Diego) 7h28:57, 15. Armando Figueroa 1955 (Visalia) 7h38:53, 16. Steve Livingston 1968 (San Diego) 7h39:40, 17. Blaise Brochard 1966 (New York) 7h39:47, 18. Todd Kranke 1975 (Torrance) 7h44:37, 19. Brian Celaya 1981 (Bulder) 7h46:18, 20. John Vanderpot 1963 (El Cajon) 7h55:08, seguono altri.

Il podio femminile (28 partite, 19 arrivate, 9 ritirate): 1. Tracy Bowling 1979 (Orange) 6h34:04, 2. Michelle Barton 1971 (Laguna Niguel) 6h51:45, 3. Erin Chavin 1972 (Los Angeles) 8h13:44.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo