sabato 18 gennaio 2020
Sei in: Ponenteoggi » Podismo
16.11.2014 - Donatella Lauria

Podismo: Turin Marathon, tutti grandi vincitori al traguardo (Reportage)

La genovese Emma Quaglia ha chiuso sesta in 2h 33'52", davanti all'altra azzurra Laila Soufyane in 2h 34'13".

Si può soffrire e reagire, si può vincere il male e nello sport, si può essere numeri uno con semplicità e umiltà. Tutti vincitori nella Turin Marathon numero 28 e Ponenteoggi  è  stato inviato speciale per la Liguria.

Ho corso i primi 7 km con gli atleti e ho visto arrivare i campioni della maratona e della vita. Li ho aspettati nella zona stampa davanti al traguardo . Ho visto vincere migliaia di uomini e  donne, in lacrime, sorridenti, sofferenti ma tutti felici.

Hanno portato oltre il traguardo le loro storie di vita, tutti con il sorriso, offuscato dalla stanchezza, ma sempre un sorriso.

L'edizione 2014 della maratona torinese è andata a Samuel Rutto, che vinto una volata col connazionale Ernest Ngeno, superato proprio negli ultimi metri: 2h 10'00" per il primo, 2h 10'02" il tempo del secondo. Ma il podio è stato interamente keniano grazie al terzo posto di Titus Masai, che ha chiuso in 2h 11'16".

L'atteso Andrea Lalli, alla seconda maratona in carriera e alla ricerca di risposte dopo la scelta di puntare sulla strada a parziale discapito del cross, ha chiuso al 5° posto 2.12'48" migliorando di 1'38" il personale fatto a Venezia.

Fra le donne bene le azzurre. L'ex campionessa europea di Barcellona 2010 Anna Incerti, sesta a Zurigo, è stata grande e ha ceduto solo nelle battute conclusive dopo una battaglia con la keniana Esther Ndiema, esordiente sulla distanza. Le due, scappate assieme all'attesa Helena Kiprop, avevano passato la mezza maratona in 1 h 14'24". Poi lo strappo della Incerti ha eliminato la Kiprop e da lì è stata guerra di nervi. Alla fine la Ndiema ha chiuso in 2h 28'41", con la Incerti arrivata 17 secondi dopo. Podio ancor più azzurro grazie a Deborah Toniolo, terza in 2h 31'35" con un finale in rimonta. Ma è stata bella, bellissima Italia fra le donne: quarta in 2h32'46" la 42enne Catherine Bertone, che migliora di due minuti il primato personale. Ed è sesta, a un soffio dalla Kiprop, Emma Quaglia, che ha chiuso in 2h 33'52", con al settimo posto l'altra azzurra Laila Soufyane in 2h 34'13".

Tra i ventimigliesi ottimo piazzamento per Paolo Famà giunto 248 esimo con 2h e 58, Patrizia Negri, quarta di categoria con 4h e 06, Giancarlo Beccaria con 3h e 41, Paolo Franzese 3h e 17.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo