venerdì 19 agosto 2022
28.09.2014 - Redazione

Battezzata al Galata Museo "Assembela Popolare", la nuova voce della Liguria

Presentata oggi al Galata “ Assemblea Popolare”. La voce a rappresentanti di diversi ambienti culturali, sociali ed economici che invocano un deciso cambiamento di rotta. Per i molti politici presenti in sala un solo compito: ascoltare.

Primo esordio in pubblico oggi, sabato 27 settembre, di “Assemblea popolare” per la Liguria, l’iniziativa che, vuole raccogliere idee e contenuti per rispondere alle esigenze reali dei Liguri. Il Coordinatore del programma di lavoro, Luigi Morgillo, è soddisfatto di questa prima tappa alla quale hanno voluto assistere, per ascoltare attentamente gli interventi, tra gli altri, il Coordinatore regionale di Forza Italia Sandro Biasotti, quello di NCD, Eugenio Minasso, il Portavoce di Fratelli d’Italia Simone Torello, i Consiglieri regionali Lorenzo Pellerano (Liste Civiche per Biasotti Presidente) e Gino Garibaldi (Ncd), i consiglieri comunali Matteo Campora, Ncd, e Pietro Salemi, del Gruppo di Musso.  Ha commentato Morgillo: “tante adesioni e tante le persone che hanno preso parte all’iniziativa. Obiettivo raggiunto, quindi, anche sotto il profilo della partecipazione delle forze politiche. Da oggi nessuno potrà più insinuare maliziosamente che questa iniziativa sia in contrapposizione con gli attuali partiti”.

L’appuntamento si  è aperto con  la visione di un breve filmato illustrativo che, partendo dalla difficile situazione della Liguria, mostra gli intenti di Assemblea Popolare.

“Già da questo primo appuntamento sono emersi spunti interessanti per gli approfondimenti in sede di predisposizione di programmi e progetti per le prossime elezioni regionali”, ha commentato Morgillo, dopo aver ascoltato i numerosi interventi di rappresentanti di differenti mondi sociali, economici e culturali. Tutti i contributi, della durata di 5 minuti ciascuno, sono stati introdotti da Alberto Clavarino, rappresentante di “Ansaldo, patrimonio di Genova”, che ha svolto anche il compito di presiedere il primo incontro di Assemblea Popolare.

Tra gli spunti sono emerse alcune questioni fondamentali per la Liguria che devono essere affrontate prioritariamente: in primo luogo la necessità di invertire la rotta di una Regione oramai da troppo tempo immobile e la forte esigenza di un dialogo immediato tra mondo reale e politica. Da non dimenticare l’impegno a carico dei futuri governanti della Liguria di non alzare ulteriormente la pressione fiscale e ridurre gli obblighi burocratici, l’impellenza di risolvere le questioni relative alla disoccupazione giovanile, di dare il via alle infrastrutture da troppo tempo al palo, la necessità di puntare sulla ricerca e sul turismo come volano di sviluppo.

Sono intervenuti:  Franco Henriquet  - Presidente Associazione Gigi Ghirotti, Nicoletta Viziano – Presidente Giovani Industriali Confindustria Genova, Luciano Ardoino –  Esperto turismo, Ettore Rivabella – Segretario Confederale UGL,        Carlo Rossi – Coord. Tea party Liguria,Enrico Costa – Presidente centro solidarietà Genova CEIS, Felice Ravalli – Ass.e cittadini centro est ,Pierluigi D’Angelo – Presidente ANACI, Barbara Benazzi – ItacaSostiene, Paolo Santi, salute e sanità Agostino Massa – Ricercatore Univ. Sociologia, Roberto Bognetti – Presidente Movimento sportivo popolare, Alberto Clavarino – Ansaldo, patrimonio di Genova.

Furio Truzzi, Walter Pilloni, Enrico Musso, che ha comunque delegato un consigliere comunale del suo gruppo, e Claudio Gustavino, hanno giustificato la loro assenza.

Presentato anche il nuovo indirizzo e-mail di Assemblea Popolare,  al quale chi vorrà potrà portare direttamente il suo contributo ed essere contattato direttamente: assemblea popolareliguria@gmail.com

 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo