mercoledì 18 ottobre 2017
16.03.2016 - Redazione

Consigliere regionale "razzista", a Palazzo Fieschi la bagarre prosegue

Ecco il commento di Raffaella Paita dopo che il consigliere della Lega Nord De Paoli pare si sia vantato di avere acquisito maggiori consensi elettorali dopo la sua "pesante" dichiarazione contro i gay.

Ecco il commento del capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita sul consigliere leghista De Paoli.

"Ditemi che siamo su “Scherzi a parte”.

E che De Paoli non ha davvero detto quello che abbiamo letto sui giornali. Perché altrimenti bisognerebbe tirare in ballo Freud o qualcuno di veramente bravo per capire la “logica” depaoliana.

E anche a quel punto ho il sospetto che non ne verremmo comunque a capo.

Il consigliere della Lega Nord, infatti, non pago di aver infangato l’istituzione regionale con la frase vergognosa “se avessi un figlio omosessuale lo brucerei nel forno”, adesso sostiene persino che quelle parole gli abbiano portato maggiore consenso elettorale, bullandosi di poter addirittura raccogliere 10 mila voti al prossimo giro in Regione.

Ma De Paoli non aveva giurato di non averle mai pronunciate quelle parole o comunque non aveva sostenuto di averle dette in senso negativo, aggiungendo un “non” da qualche parte? Che fa oggi il consigliere del Carroccio, smentisce se stesso per diventare il punto di riferimento degli omofobi della Liguria? Questo Consiglio non si merita di essere mortificato da personaggi del genere".

Raffaella Paita, capogruppo Pd Regione Liguria


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo