venerdì 19 agosto 2022
09.09.2014 - Lilia De Apollonia

Da Ventimiglia l'"investitura" di Raffaella Paita come candidata alla presidenza regionale

Raffaella Paita alla Biblioteca Aprosiana di Ventimiglia è stata applaudita, lunedi' 8 settembre, da un folto pubblico di iscritti al PD e di simpatizzanti, e la sua è stata un' "investitura" come futura candidata alla guida della regione Liguria da parte del centro-sinistra ponentino. Da mesi si parla di lei quale successore al posto di Burlando, si sussurra, si parla di lotta interna, ma finalmente si ufficializza.

Paita ha 39 anni e viene dal levante, dallo spezzino, ma e' molto legata al nostro territorio di ponente, che visita puntualmente. Inoltre ha detto di essere stata tra i primi, primissima, a sostenere Ioculano quale primo cittadino, con lei al tavolo in biblioteca, con il consigliere Scibilia, al di fuori di alleanze. come avvenuto a Sanremo e in altre cittadine rivierasche, dove si sono colti ampi successi imparentandosi con altre liste. 

 Questo mercoledi' ci sara' il consiglio regionale al Forte Annunziata, il bell'edificio storico ventimigliese appena restaurato, una seduta del consiglio che avrebbe dovuto essere stata il giorno dell'inaugurazione del forte-museo, e che  era stata rimandata. Paita, assessore alle infrastrutture in regione, conosce bene i problemi e le tematiche dell'ovest ligure, e conoscendole dovrebbe farsene carico quando, al prossimo giro delle regionali, probabili in marzo, potrebbe passarle il testimone Burlando, e potrebbe Raffaella essere quindi la governatrice della nostra regione. Come tutto lascia intendere accadrà, visto il non ruolo attuale della destra in generale, e la sempre grande popolarità di Renzi, di cui la Paita è seguace.

 La giovane politica ha analizzato, nella sala della ventimigliese biblioteca Aprosiana, tra molti amici anche di altre cittadine, la serie di problematiche che dovrà, nell'eventuale futuro, saper dirimere. Si va dal turismo e la cultura, lei stessa definisce l'entroterra ventimigliese il più bello di Liguria, alla sanità, all'ospedale bordigotto, alle strade e ai problemi ferroviari.: utilizzando sempre tutte le risorse locali. In giornata Paita era stata a Pieve di Teco, a Nava e a Sanremo, per visitare strutture sanitarie, dunque un tema che da ora inizia ad evidenziare tra i prioritari, Paita ritiene che il buon lavoro della regione ligure in questi anni, verrà riconosciuto, capillare nel territorio è stato il ruolo di Burlando, e pensa si aumenti ancora la voglia di lavorare, il fare renziano, per tutti i cittadini. Fiduciosa che così si potrà ottenere una conferma al voto," nonostante i sussurri che la vorrebbero non più come favorita, che sono messi in giro a bella posta dall'opposizione".

Auguri per il difficile compito che le spetta.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo