domenica 17 dicembre 2017
15.09.2015 - Redazione

Giornata storica per la sanità: siglata l'intesa Liguria - Lombardia

“Il protocollo ha una cornice politica precisa che deriva dal mandato elettorale ricevuto dai cittadini liguri e trova una base giuridica ben definita nel Patto della Salute”, ha sottolineato la vicepresidente della Regione Liguria e assessore regionale alla Salute Sonia Viale.

 Sottoscritto questo pomeriggio a Palazzo Lombardia a Milano il protocollo di collaborazione in ambito sociosanitario tra Regione Liguria e Regione Lombardia dai governatori Giovanni Toti e Roberto Maroni. Obiettivo: rafforzare i rapporti su diversi temi sanitari attraverso iniziative comuni di valorizzazione e tutela della salute oltre che di revisione e qualificazione della spesa sanitaria.

“Il protocollo ha una cornice politica precisa che deriva dal mandato elettorale ricevuto dai cittadini liguri e trova una base giuridica ben definita nel Patto della Salute” ha sottolineato la vicepresidente della Regione Liguria e assessore regionale alla Salute Sonia Viale.

“L’obiettivo comune è mettere a sistema le buone pratiche – ha spiegato Viale – promuovendo, a reciproca conoscenza dei cittadini di entrambe le regioni, le rispettive eccellenze tenendo conto dei tagli del governo. Non possiamo perdere tempo e dobbiamo trovare la migliore modalità per fare fronte ai tagli. Abbiamo individuato un percorso a breve, a medio e a lungo termine”.

Per quanto riguarda le misure allo studio a breve scadenza “l’apertura degli ambulatori in orari serali su cui i membri della commissione paritetica Liguria-Lombardia si sono già confrontati e per cui hanno già individuato un percorso di attuazione” ha detto la vicepresidente Viale.

Con il Protocollo sottoscritto oggi Regione Liguria e Regione Liguria si impegnano in particolare a condividere le proprie esperienze su: sistema dei controlli di appropriatezza delle prestazioni sanitarie, regole di autorizzazione, accreditamento e accordi contrattuali con i soggetti erogatori, regole e modalità di governo del personale del SSR; gestione delle liste d’attesa; strumenti di valutazione dei servizi e delle tecnologie sanitarie in termini di qualità degli esiti delle cure e la loro ricaduta sul sistema dei controlli; analisi dei flussi di mobilità tra le due Regioni e formalizzazione delle relative proposte propedeutiche alla definizione degli Accordi di confine; attuazione del nuovo servizio NUE 112 sul territorio ligure e stipula di un Protocollo di collaborazione per l’organizzazione dei sistema di Soccorso Sanitario.

Per l’attuazione del Protocollo – che avrà durata di 3 anni – è costituito un Tavolo Paritetico Istituzionale in materia sanitaria e sociosanitaria, costituito da quattro rappresentanti della Regione Liguria e quattro della Regione Lombardia.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo