domenica 22 ottobre 2017
16.09.2015 - Redazione

La vicepresidente Viale visita il carcere di Marassi:"garantire il diritto alla salute ai detenuti"

"Abbiamo individuato una priorità - spiega Viale - dare un supporto, attraverso personale esperto e formato, agli agenti nell’assistenza ai detenuti con problemi psichiatrici nel periodo di osservazione".

Un incontro per analizzare e affrontare le problematiche dal punto di vista sociosanitario e avviare soluzione condivise tra Regione Liguria, Asl 3 e direzione dell’Istituto carcerario di Marassi.

Questo lo scopo della visita della vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Salute Sonia Viale al carcere genovese, accompagnata dal direttore Salvatore Mazzeo e dal provveditore dell’amministrazione penitenziaria ligure Carmelo Cantone.

“La criticità maggiore emersa – ha spiegato al termine della visita la vicepresidente Viale – è quella legata alla presenza, purtroppo in crescita costante, di detenuti con problemi psichiatrici che va trattata con molta sensibilità sotto un duplice aspetto: quello delle problematiche degli agenti di polizia penitenziaria che si trovano a dover affrontare situazioni complesse e, per quello che riguarda le competenze del nostro assessorato, la garanzia del diritto alla salute dei detenuti. Abbiamo individuato una priorità: dare un supporto, attraverso personale esperto e formato, agli agenti nell’assistenza ai detenuti con problemi psichiatrici nel periodo di osservazione. Nei prossimi giorni pensiamo si possa arrivare a un’intesa importante su questo tema”.

La vicepresidente Viale ha visitato il centro clinico di Marassi e incontrato gli operatori. “Sono emerse problematiche inerenti ai trasferimenti dal carcere agli ospedali che potrebbero trovare una soluzione con l’avvio della telemedicina all’interno del carcere. Un obbiettivo che ci poniamo a medio termine e che potrebbe consentire un beneficio di spesa, sia per il sistema sanitario, sia per l’amministrazione” ha spiegato la vicepresidente Viale.

Durante l’incontro è stato affrontato il tema del superamento degli Opg, gli ospedali psichiatrici giudiziari. A oggi i detenuti liguri sono ospitati, attraverso una convenzione, nella struttura di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova. “Tra gli autori di reati riscontriamo una crescita dei casi  di problemi psichiatrici, a livello nazionale, e pertanto i posti disponibili risultano a oggi non sufficienti ad accogliere la domanda. È un problema di questi ultimi mesi che va affrontato anche per la sicurezza dei cittadini”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo