mercoledì 1 febbraio 2023
08.08.2014 - Donatella Lauria

Legge elettorale regionale: obbligo delle primarie

Condividiamo in grandi linee la proposta avanzata in questi giorni sulla riforma della legge elettorale della Regione Liguria  che deve assolutamente tener conto di ruolo, funzioni ed equilibrata rappresentanza nelle varie provincie ligure, indipendentemente dal numero dei componenti, di coloro che ne faranno parte, valorizzando le finalità dell’attività legislativa alla quale verranno chiamati i futuri consiglieri regionali.

Il nostro contributo a questa nuova proposta legislativa potrebbe essere sintetizzato in tre punti che riportiamo in seguito:

-          Inserire l’obbligo delle primarie in ogni  collegio provinciale per tutti i partiti e le    liste civiche che desiderano partecipare alle elezioni regionali per cercare di  dare più voce ai cittadini

-          I candidati devono avere la residenza da almeno cinque anni nella provincia dove desiderano essere proposti, per evitare il rischio di candidati “nominati” oppure imposti dalle segreterie dei partiti.

-          Limite massimo di due mandati per i consiglieri regionali ma assolutamente non consecutivi.

Se verranno accolte le nostre proposte crediamo che i cittadini tutti saranno messi in condizioni di esprimere il loro diritto democratico con ancora maggiore forza ed energia.

La legge elettorale deve garantire la governabilità della Regione Liguria è questo dovrebbe essere  il leit motiv di tutta l'estenuante trattativa ancora in corso tra i vari partiti. Per garantirla,  i partiti si  devono confrontare  e trovare un accordo. Infine ricordiamo a tutti che d’avanti a qualunque scelta sono essenziali i diritti dei cittadini che vanno osservati e rispettati, prima di qualunque scelta politica.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo