sabato 29 febbraio 2020
04.03.2015 - Redazione

Legge elettorale, Rixi: “La sinistra pensa solo a salvare la propria maggioranza"

«La sinistra è sempre più lontana e scollata dal mondo reale: noi preferiamo lottare con i lavoratori e difendere l’occupazione, purtroppo poca, rimasta in questa regione». Così interviene Edoardo Rixi, consigliere regionale della Lega Nord in Liguria, capogruppo in Comune a Genova e candidato alla presidenza della Regione, che ieri pomeriggio ha scelto di non partecipare alla discussione sulle modifiche alla legge elettorale della Regione.

«Il tentativo del Pd e della Paita di cambiare le regole del gioco a 60 giorni dal voto – dice Rixi – è sintomatico del clima che regna nella sinistra: è evidente che abbiano paura di perdere la maggioranza e quindi abbiano cercato, con ogni escamotage politico, di costruirsi posizioni di sicurezza.

È stato davvero triste assistere alla discussione infinita nell’aula del consiglio sulla legge elettorale: mentre ci sono difficili vertenze occupazionali in atto, operazioni di delocalizzazione preoccupanti e svendite di Stato, a Genova e in generale in Liguria, anziché pensare ai lavoratori la sinistra ha preferito blindarsi in aula per discutere di questioni che ai cittadini non interessano un fico secco.

Personalmente ho preferito dedicare il mio tempo ai lavoratori di Esaote e difendere con loro la destinazione a uso industriale dell’area di Sestri Ponente per evitare “regali” iniqui a chi mette a rischio il futuro di un’eccellenza simbolo del know how di Genova e dell’intera Liguria».

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo