lunedì 18 novembre 2019
04.05.2015 - Redazione

Porta d'Italia disastrata, l'appello di Alessandro Piana

 

La porta d'Italia dovrebbe rappresentare il biglietto da visita della Riviera Ligure e dell'Italia. Il condizionale è d'obbligo. Si tratta infatti di uno scempio.

L'aiuola è solo un grande spazio abbandonato e sgradevole alla vista con erba alta e incolta e molto spesso rifiuti a fare da contorno.

Il candidato al consiglio regionale Alessandro Piana (Lega Nord) punta il dito contro questo degrado che sta ammazzando una zona dalle grosse potenzialità turistiche.

"Un vero disastro - denuncia Piana -  Le grandi aiuole, volute dall'ex sindaco Gaetano Scullino, sono da sempre senza cura e attenzione da parte delle istituzioni . Potrebbero essere ornate e abbellite da piante colorate e invece? Nella vicina Francia il verde pubblico è al primo posto nella lista degli interventi urgenti. Da noi un optional.

E per completare un quadro di vero degrado il cartello di segnalazione della bellissima via Iulia Augusta - che attraversa quel luogo - è circondato dall'erba incolta.

Questa è la porta d'Italia. Sul terreno francese invece camper, panni stesi, edifici della Dogana in stato di abbandono. Si tratta di una entrata europea. Ma è solo una vergogna europea. Uno vero scandalo simbolo di soldi pubblici sprecati .

Perchè la Regione finora non si è mai interessata di questa situazione, nonostante denunce e segnalazione anche da parte dei media?"

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo