mercoledì 23 settembre 2020
19.12.2013 - Donatella Lauria

Regione: carburanti, bilancio e formazione professionale in Consiglio Regionale

Disposizioni collegate alla finanziaria: modifiche alla normativa edilizia

Si del Nuovo centro destra, astenuta la Federazione della sinistra

Con 24 voti a favore (centro sinistra e Nuovo centrodestra), 9 contrari Lega Forza Italia Liste Biasotti 1 astenuti, Giacomo Conti (Federazione della sinistra) è stato approvato il disegno di legge “Disposizioni collegate alla finanziaria 2014”.

Grazie a un emendamento presentato dall’assessore alle risorse finanziarie Sergio Rossetti e approvato con una sola astensione, ai nuclei familiari richiedenti mutui per la prima casa ulteriori la Regione fornirà “garanzie aggiuntive”. «Lo scopo – ha spiegato Rossetti – è sostenere giovani coppie e famiglie in situazione di difficoltà» .

Approvato anche un emendamento (primo firmatario Antonino Miceli Pd) grazie al quale ai referendum regionali verranno invitati a partecipare anche i cittadini liguri residenti all’estero.

 

Nelle dichiarazioni voto Alessio Saso (capogruppo del Pdl - Nuovo Centro Destra) ha annunciato che il suo “gruppo” ha deciso di modificare il voto di astensione espresso in commissione in voto favorevole sia per la legge riguardante il collegato alla finanziaria che la finanziaria stessa. «Voteremo a favore viste le scelte che vengono fatte in molti campi fra cui l’edilizia e l’urbanistica». Opposta la valutazione di Giacomo Conti (Federazione della sinistra): «Avevo la speranza che si rivedesse la posizione sull’edilizia ed n particolare sulla proroga del piano casa. I temi urbanistici non vanno affrontati con questi tappulli , tra l’altro del tutto ininfluenti per il rilancio del settore ma con leggi quadro che riformino in modo organico la normativa urbanistica. Avevo chiesto di soprassedere, la mia richiesta non è stata accolta mi comporterò di conseguenza».

Luigi Morgillo (Pdl- FI) Ha invece espresso il voto contrario del suo gruppo rimarcando che si stavano votando «atti collegati al bilancio della Regione che è l’atto più politico e rappresenta l’attuazione del programma della giunta. Non abbiamo cambiato idea sulla giunta anche se nel collegato sono presenti articoli condivisibili soprattutto sull’edilizia e l’urbanistica».

Lorenzo Pellerano (Liste civiche per Biasotti presidente) :«Abbiamo votato sì a singoli punti, ma il giudizio politico generale non cambia. Continueremo a fare le pulci alla maggioranza come abbiamo fatto finora ».

Roberto Bagnasco (Pdl-FI) ha rivendicato il massimo di coerenza e nessun cambiamento di opinioni. «Ma abbiamo lo stesso partecipato costruttivamente al dibattito cercando di dare un contributo positivo su molti temi» .

Edoardo Rixi (Lega Nord - Liguria Padania): «Non si può votare una finanziaria espressa da questa maggioranza. I liguri portano a casa veramente poco da questa finanziaria».

Rosario Monteleone (Udc) rivolgendosi polemicamente a Saso (Ncd) che aveva sottolineato che l’Udc non si è espressa nel dibattito, ha replicato: «Non ho bisogno di dimostrare l’affetto e la stima che mi legano a Claudio Burlando e l’appoggio alla sua maggioranza della quale l’Udc è parte determinante da 9 anni. E che lo era anche quando altri gridavano: forza Silvio e forza Claudio (Scajola, ndr)».

 

 

Scheda della legge

Il provvedimento contiene disposizioni, modifiche e integrazioni a leggi vigenti, e adeguamenti normativi alla legislazione nazionale. In questa ottica vengono modificate alcune disposizioni regionali della legge regionale 16/2008 in materia edilizia.

• Viene disposta una proroga del termine di efficacia della legge regionale 49/2009, il cosiddetto Piano casa, al fine di protrarre l’operatività della relativa disciplina oltre il termine di scadenza fissato al 31/12/2013. L’obiettivo è di consentire un più ampio arco temporale di fruizione delle agevolazioni e delle norme per il rilancio dell’attività edilizia

• . È concesso che gli interventi di ristrutturazione edilizia mediante demolizione e successiva ricostruzione di fabbricati esistenti comportino modifiche alla sagoma, ma nel rispetto della volumetria originaria e con esclusione degli immobili soggetti a vincolo culturale o paesaggistico. Si prevede inoltre la fattispecie di ristrutturazione edilizia consistente nella ricostruzione e ripristino di edifici crollati o demoliti di cui sia accertabile l’originaria consistenza. La casistica degli interventi soggetti a Scia (la Segnalazione certificata di inizio attività) viene ampliata.

• La legge provvede inoltre a introdurre un nuovo caso di esclusione dell’obbligo di corrispondere la quota di Erp (Edilizia residenziale pubblica) per determinati interventi edilizi finalizzati al recupero o alla nuova costruzione conseguenti ad operazioni di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico.

• Nel caso di mancata assunzione di atti obbligatori da parte dei Comuni, La Regione Liguria, constatata l’inerzia comunale, potrà sostituirsi a loro in materia urbanistica tramite un Commissario ad acta nel termine di 30 giorni dall’emissione di una diffida.

• Il certificato di agibilità di un immobile potrà essere richiesto anche per singoli edifici o porzioni o singole unità immobiliari della costruzione purché funzionalmente autonomi qualora siano state collaudate le opere di urbanizzazione.

• I commissari liquidatori delle Comunità montane potranno cedere a titolo gratuito ai comuni facenti parte della Comunità montana beni immobili, arredi e attrezzature degli enti soppressi.

 

Edilizia in difficoltà ed edilizia residenziale pubblica

Il trasferimento di immobili frutto di donazioni ad Arte e l’esenzione per quest’ultima degli oneri per l’edilizia popolare è stato oggetto di interventi polemici da parte di Marco Melgrati (Pdl-FI), Lorenzo Pellerano (Liste Biasotti), Edoardo Rixi (Lega Nord - Liguria Padania). Marco Melgrati in particolare ha affermato che i privati che dovessero acquistare le case di Arte si troverebbero avvantaggiati perché sarebbero esentati dal pagamento degli oneri per l’Erp.

Antonino Miceli (Pd) ha invece difeso la scelta di esentare Arte dal contributo all’edilizia popolare essa stessa uno strumento per realizzarla: «Anzi la norma va a sostegno delle finalità pubbliche di Arte».

All’unanimità è stato approvato un ordine del giorno (primo firmatario Gino Garibaldi (Pdl-Nuovo centro destra) che impegna la giunta a intraprendere e assumere tutte le iniziative affinché venga fatta una sostanziale revisione della legge regionale 38/2007 sull’Organizzazione dell’intervento regionale nel settore abitativo con particolare attenzione alla revisione della percentuale di contribuzione per gli alloggi Erp (edilizia residenziale pubblica) e al comma 9 riveder con attenzione l’elenco delle esclusioni dall’obbligo di corrispondere la percentuale prevista.

 

 

 

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (legge finanziaria 2014)”

Sale a 28 mila euro l’esenzione dall’addizionale Irpef

 

Con 26 voti a favore (centrosinistra e Nuovo centro destra) e 7 contrati (Forza Italia Lega nord Liguria e Liste Biasotti) è stato approvato il Disegno di legge 314 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (legge finanziaria 2014)”;

Scheda della legge

Queste alcune delle norme previste dalla legge finanziaria.

Indebitamento

Viene fissato in 100 milioni di euro il limite massimo di indebitamento autorizzabile con la legge di bilancio e di un tasso massimo del 5,50 per cento e durata minima di venti anni.

Per l’anno 2014 le maggiori risorse comunque derivanti dalle misure contenute nella legge e dalla gestione del bilancio sono prioritariamente destinate a realizzare gli obiettivi di riduzione dell’indebitamento.

Spese

La gestione del complesso delle autorizzazioni di spesa del bilancio di previsione della Regione per l’anno 2014 dovrà rispettare il Patto di stabilità interno come determinato ai sensi della normativa statale di riferimento.

Spesa per il servizio automobilistico regionale

Il complesso della spesa per la manutenzione, il noleggio e l’esercizio di autovetture nonché per l’acquisto di buoni taxi per l’anno 2014 non può essere superiore al 50% del complesso degli impegni assunti nel 2013 per le medesime finalità. La disposizione non si applica per le autovetture del Corpo forestale e al servizio di Protezione civile.

Investimenti in sanità e farmacie disagiate

Il programma degli investimenti sanitari ammonterà nel 2014 in 152,197 milioni di euro. Al fine di garantire la capillarità dell’assistenza farmaceutica, verranno finanziate le farmacie a basso fatturato.

Nuovi controlli sulle radiazioni

Le attività svolte da ARPAL sono implementate con l’attività di controllo e vigilanza ambientale inerente le sorgenti di radiazioni ionizzanti e la radioattività ambientale, anche in rapporto a fattori causali quali quelli geologici ed antropici, ed all’attività di gestione del catasto delle sorgenti di radiazioni ionizzanti. Per tale finalità viene concesso ad ARPAL il contributo annuale di euro 50 mila euro.

Tetto alle spese per consulenze, sponsorizzazioni, trasferte formazione professionale e burocrazia

Il complesso della spesa per studi, incarichi di consulenza e trasferte del personale della Regione e del sistema regionale allargato per l’anno 2014 non potrà essere superiore all’80 per cento del complesso degli impegni di spesa assunti nel 2013 per le stesse finalità a meno che non sia a carico di fondi comunitari. Continua inoltre la politica del contenimento dei costi degli apparati burocratici regionali introducendo un tetto di spesa per relazioni pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e rappresentanza che per l’anno 2014 non potrà superare la spesa sostenuta nell’anno 2013. Anche nel 2014 non verranno effettuate spese per sponsorizzazioni. Viene introdotto un tetto di spesa per la formazione del personale che per l’anno 2014 non potrà superare la spesa sostenuta nell’anno 2013.

Limiti all’affitto degli immobili

In adempimento della cosiddetta spending review viene limitato l’uso di immobili in locazione passiva.

Taglio alle spese per mobili e arredi

Il complesso della spesa per l’acquisto di mobili e arredi non potrà superare il 20 per centro della media del complesso degli impegni assunti nel 2010 e nel 2011.

Cessazione delle concessioni gratuite

Viene introdotto un canone ricognitorio per le concessioni di beni immobili regionali date affidate oggi gratuitamente a Enti pubblici. Lo scopo è di giungere a un uso maggiormente consapevole sul piano economico-finanziario delle risorse immobiliari regionali.

Tributi per le concessioni demaniali

Viene disciplinata in modo analitico l’imposta regionale sulle concessioni statali dei beni del demanio marittimo. La norma tributaria individua non solo i soggetti attivi (Regione Liguria) e passivi (titolari delle concessioni) dell’imposta, ma anche la base imponibile (il canone) e l’aliquota (10% e 100%, in base ai diversi tipi di concessione demaniale) sulla quale calcolare l’imposta. Rispetto alla situazione attuale, l’aliquota è stata rideterminata per alcune categorie di soggetti passivi, rimanendo invece invariata per altre categorie. Ai Comuni vengono attribuiti i compiti di accertamento delle violazioni commesse, demandando ai medesimi di introitare parte delle entrate che ne derivano.

Irap per le aziende dei settore energia e postali

L’aliquota dell’Irap è aumentata di un punto in percentuale per i soggetti che esercitano attività di supporto alla produzione e distribuzione di energia elettrica, attività postali con obbligo di servizio universale, all’estrazione di petrolio, gas, alla produzione di coke, alla produzione e distribuzione di energia elettrica e gas.

Accisa sulla benzina

In considerazione del fatto che permangono necessità di copertura finanziaria per gli interventi di ripristino e messa in sicurezza delle zone colpite da eventi alluvionali, per l’anno 2014 viene mantenuto l’incremento dell’aliquota regionale sull’imposta sulla benzina stabilita dalla legge regionale del novembre 2011.

Tasse automobilistiche

Si specificano i casi in presenza dei quali l’obbligo del pagamento della tassa non viene sospeso (consegna del veicolo, mediante procura speciale per la vendita, ai concessionari e fermo amministrativo del veicolo), nonché le regole relative ai concessionari dei veicoli per la corretta messa in esenzione dei veicoli destinati rivendita. I concessionari sono tenuti alla trascrizione del titolo di proprietà dei veicoli loro consegnati. In caso di vendita, il concessionario sarà tenuto al pagamento della tassa automobilistica fino all’avvenuta trascrizione del passaggio di proprietà.

 

Sale a 28 mila euro l’esenzione dall’addizionale Irpef

Approvato un emendamento presentato dall’assessore Sergio Rossetti che esenta dal pagamento ,dell’addizionale Irpef i redditi fino a 28 mila euro lordi. Un’azione migliorativa rispetto al 2012 quando gli esenti erano i contribuenti con redditi fino a 27.000 euro lordi l’anno che si prefigge di salvaguardare le fasce più basse.

Approvato anche un emendamento Nicolò Scialfa (Diritti e libertà) sulla gestione dei litorali costieri.

Respinti l’emendamento di Lorenzo Pellerano (Liste Biasotti) volto a destinare fondi per 24 milioni a sostegno di imprese liguri create da giovani imprenditori con meno di 35 anni e gli emendamenti Luigi Morgillo (Pdl-Forza Italia) che chiedevano la riduzione del 30% della spesa per relazioni pubbliche convegni, mostre, pubblicità e rappresentanza e il blocco delle spese per mobili e arredi salvo caso eccezionali e motivati.

 

Aiutare il sistema produttivo della Val Fontanabuona in crisi dopo il crollo del ponte di Carasco

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Marco Limoncini (Udc) e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta a “mantenere un forte impegno per attuare tutte le iniziative utili al fine di fronteggiare la situazione di difficoltà che sta attraversando il sistema produttivo ed economico della Val Fontanabuona sia in termini di aiuti alle imprese sia, ove possibile, intervenendo sulla fiscalità”. Il documento ricorda che in seguito al crollo del ponte sulla Sp225 di Carasco molte aziende della zona hanno registrato forti perdite legate ai problemi di viabilità conseguenti.

 

Confermare il finanziamento del tunnel della Fontanabuona

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Marco Limoncini (Udc) e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta a “mantenere il finanziamento nella prossima programmazione dei Fondi CFsc ex Fas , ad attuare iniziative necessarie per dotare la val Fontanabuona, che oggi vive in una situazione di difficoltà economica causata anche da una viabilità ormai superata, del tunnel Fontanabuona-Rapallo che è fondamentale per il rilancio dell’economia e della qualità della vita del comprensorio; a confermare il tunnel di collegamento autostradale Fontanabuona-Rapallo opera infrastrutturale ad alta priorità e intervenire sul governo affinché questa sia completamente finanziata e realizzata”

 

Prezzi calmierati per il carburante fornito da Bordighera al confine di Stato

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Sergio Scibilia (Pd) e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta a “avviare nella commissione consiliare competente uno studio volto a prevedere una zona a prezzi calmierati per il carburante fornito dalle stazioni di servizio-punti vendita presenti da Bordighera al confine di Stato anche attraverso eventuali interventi legislativi di carattere regionale e nazionale”. Nel documento si ricorda che la Regione ha riproposto per il 2014 l’aumento dell’aliquota sull’imposta regionale sulla benzina ma che questo ha comportato un calo di incassi per i gestori degli impianti vicini al confine francese.

 

Pubblicità degli atti della Regione

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Luigi Morgillo (Pdl-Fi) e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta ad attivarsi a perseguire l’obbiettivo di superare la pubblicazione cartacea della stampa quotidiana, atti e provvedimenti concernenti procedure di evidenza pubblica, bilanci e comunicazioni di carattere istituzionale.

 

Tutelare la formazione professionale

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Manti del Pd, e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza che impegna la giunta, fra le altre cose, ad attivare un tavolo tecnico di confronto per affrontare i temi della formazione professionale, a individuare le modalità di trasferimento diretto delle risorse da Regione a Enti di formazione, a riconoscere gli oneri finanziari sostenuti dagli enti di formazione negli ultimi 2 anni, e attivarsi affinché il ministero degli Interni paghi le somme dovute a ognuna delle province liguri con particolare attenzione alla situazione più critica della provincia di Genova

 

Treni, ripristinare le fermate di Bragno e Santuario

E’ stato approvato all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario Antonino Miceli del Pd, e sottoscritto da gruppi di maggioranza e minoranza che impegna la giunta a assumere iniziative utili per ripristinare le fermate sulla linea Savona-Torino di San Giuseppe le stazioni di Bragno e Santuario per i treni giornalieri per cui queste non sono previste. Nel documento si ricorda che queste fermate sono utilizzate da buona parte dei lavoratori di Trench Italia e della Schneider Electric che subiscono forti disagi dalla soppressione della fermata

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo