venerdì 19 aprile 2024
20.12.2014 - Redazione

Sanità: bufera politica per la legge che permette ai Primari di operare fuori regione

I Consiglieri regionali dichiarano: “una vergogna questo provvedimento avrebbe consentito di attirare nelle strutture liguri pazienti che poi verrebbero curati e operati in Liguria”.

“E' vergognoso dopo ore e giornate di lavoro e studio in Commissione, dopo audizioni, dibattiti ed approfondimenti, dopo due ore di discussione in Consiglio regionale la sinistra, di cui una parte consistente era a favore dell'approvazione del provvedimento, vota lo stralcio dal Collegato alla Finanziaria della norma che avrebbe consentito ai Primari di poter svolgere la loro attività anche in altre regioni. Ha trionfato l'oscurantismo e l'immobilismo frutto di pregiudizi ideologici. Nessun coraggio di cambiare ma solo subordinazione agli ordini di scuderia del partito. Ancora una volta la Liguria è legata a pregiudiziali ed aun passato che si pensava oramai superato, a pagare saranno solo i cittadini”. Così commentano con grande rammarico i consiglieri regionali di Forza Italia la decisione  presa dalla Maggioranza di sinistra-centro di stralciare dal Collegato  alla Finanziaria la norma per contenere le fughe dei pazienti liguri. Continuano gli esponenti Azzurri: “oggi in Liguria i pazienti si trovano di fronte ad una sanità estremamente inefficiente sotto il profilo organizzativo perchè obbliga le persone ad attendere mesi e mesi per una visita o un esame diagnostico obbligandoli spesso a trasferirsi con le loro famiglie nelle altre regioni per cure ed interventi, con disagi e costi per i trasferimenti a carico dei pazienti e loro famigliari,  che vengono poi rimborsati dalla nostra Regione”.

“La Maggioranza – continuano i consiglieri regionali - si è spaccata tra chi è illuminato su un provvedimento che va incontro alle esigenze dei liguri e la parte più vetero comunista che vuole mantenere la sanità della nostra regione nell'oscurantismo medievale che l'ha caratterizzata fino ad oggi, che è appunto  la posizione dell'assessore Montaldo. Purtroppo oggi vergognosamente ha vinto la linea Montaldo e solo per salvaguardare gli interessi del Pd e gli equilibri della Giunta e non per tutelare i diritti alla Salute dei liguri. Dispiace soprattutto che anche esponenti che dovrebbero essere di cultura liberare e liberista, e parliamo di Ncd e la consigliera Della Bianca, si siano allinea su posizioni così diverse da quelle che la nostra parte politica ha sempre sostenuto”.

“Noi vogliamo una sanità a misura dei nostri cittadini e dei pazienti liguri e per questo pretendiamo che loro possano rimanere in Liguria ad essere curati ed al tempo stesso dare la possibilità ai nostri primari di attirare nelle nostre strutture sanitarie, con il contributo economico delle altre regioni, tanti pazienti che invece qui in Liguria non verrebbero. Questo permetterebbe anche di avere la possibilità di una più ampia scelta di medici di altissimo livello che con questo provvedimento possono venire a lavorare in Liguria e che oggi invece non vengono e continuano ad operare fuori dalla nostra regione attirando i nostri pazienti che sono obbligati ad andarci privatamente, in strutture convenzionate,  o a spese della nostra regione”, concludono i Consiglieri regionali di Forza Italia


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo