giovedì 7 luglio 2022
Sei in: Ponenteoggi » Scuola
14.03.2014 - D.L.

Scuola, la Creatività’: un gioco per piccoli e grandi

“Un bambino creativo è un bambino felice”, diceva Bruno Munari, grande creativo che assieme a Gianni Rodari sono tuttora la fonte di ispirazione per stimolare le attività creative per piccoli e grandi.

Tutti siamo creativi, in modo diverso, in base alle nostre attitudini: non dobbiamo dimenticarlo. La creatività non è quella che tutti intendono come “l’ArtAttack” o la manualità da “lavoretto” o bricolage; creatività vuol dire osservare, giocare con i particolari semplici e trasformarli in immagini, racconti, progetti e situazioni più complesse. Creatività vuol dire semplificare e trasformare le informazioni in giocattoli da smontare e scoprire…senza paura di sbagliare.

Genitori e insegnanti, oggi, devono più che mai stimolare i bambini a scoprire il proprio “canale espressivo” e il proprio talento, per far sì che, coltivato nel tempo, possa diventare un canale di comunicazione, di progettualità e di gioco.

La creatività gioca con materiali comuni, poveri, occasionali: strumenti accessibili a tutti, sempre nuovi in qualsiasi occasione; non prevede liste di materiali da acquistare ma trasforma in risorsa quello che spontaneamente osserviamo (una macchia, uno strappo, una nuvola in cielo, un cartello stradale….).

Abbandoniamo quindi le vesti di piccoli o grandi….e scopriamo che tutti, piccoli o grandi, dobbiamo giocare facendo tesoro che in ognuno di noi c’è un bambino curioso.

 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo