mercoledì 22 novembre 2017
01.09.2015 - Redazione

A&B”, il periodico degli Ingegneri della Liguria: scuole, alluvione e...

 Perchè oltre metà delle scuole è priva del titolo antincendio 

 La sicurezza antincendio a costo zero è possibile, verificando le caratteristiche prestazionali degli immobili e adottando regole gestionali finalizzate alla riduzione reale dei rischi, alternative alle costose opere di adeguamento strutturale a requisiti normativi prescrittivi obsoleti e superati da norme più recenti. Essere "sicuri" o essere "a norma" sono concetti differenti: si può essere sicuri senza rispettare una regola tecnica (es. deroga o fire safety engineering) e si può non essere sicuri pur avendola rispettata (altrimenti non ci sarebbero incidenti nei nuovi edifici "a norma").

La prima è una sicurezza "reale", che salva le persone, mentre la seconda è una sicurezza "burocratica", che tutela dalle responsabilità. Oggi, con le nuove norme antincendio, è possibile trovare la soluzione su misura e meno costosa, garantendo sia la sicurezza "reale" che quella "burocratica", ma occorre rivedere tutti i progetti redatti con il vecchio metodo.

A otto mesi dall'alluvione ora pianifichiamo il futuro 

 Il ruolo dei professionisti tecnici, la necessità di interventi provvisori in attesa della realizzazione delle grandi opere e l’educazione alla convivenza col rischio: tre punti chiave che stentano ad essere recepiti dalla popolazione ligure, come dimostra la scarsa adesione al bando per le agevolazioni alle imprese che realizzano opere di auto protezione.
 Quella casa in cerca di ruote figlia del federalismo mancato

  Il Tribunale sentenzia lo spostamento di pochi centimetri di un edificio realizzato nel rispetto del permesso di costruire, a causa dello spazio interpretativo delle norme sulle distanze.

La Regione, con l'aiuto delle professioni tecniche, può legiferare per risolvere queste ed altre anomalie. Quando lo farà?


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo