mercoledì 22 novembre 2017
10.09.2015 - Redazione

Alluvione e Protezione Civile: sui colori sarà basato il nuovo sistema di allerta

L'assessore Giampedrone: "pronti a collaborare con i Comuni".

“Siamo pronti a partire con il nuovo sistema di allerta meteo basato sui colori che verrà reso operativo a partire dal prossimo ottobre e a sostenere i Comuni nel complesso percorso di adozione”.

Lo ha detto questa mattina l’assessore regionale alla Protezione civile nel corso della prima visita a Genova e in Liguria del capo del Dipartimento Nazionale della Protezione civile Fabrizio Curcio, dopo la richiesta di attivazione di un percorso di potenziamento della protezione civile regionale sancita a Roma alla presenza del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Un sopralluogo che ha coinciso con l’avvio del corso di aggiornamento e formazione degli addetti della protezione civile regionale che si è svolto nella sede di viale Brigate Partigiane a Genova con il supporto dei tecnici del Dipartimento nazionale.

 “La presenza oggi dell’ingegner Curcio – ha detto Giampedrone  -vuole essere un segnale forte anche a tutto il dipartimento che ha bisogno di una nuova motivazione, dopo gli eventi calamitosi che si sono succeduti sul territorio dal 2011,  per intraprendere un percorso di crescita e rafforzare il sistema ligure, sul fronte dei problemi della gestione dell’emergenza”.

 Nonostante le preoccupazioni da parte dei sindaci su questo nuovo passaggio, l’assessore Giampedrone ha ribadito che “non vi saranno dilazioni sull’avvio del sistema e i sindaci riceveranno tutto il supporto disponibile dalla Regione che sta costruendo un nuovo percorso, anche dal punto dei vista motivazionale”.

 “Ho registrato una grande disponibilità da parte di tutti gli operatori – ha sottolineato Giampedrone –che non era affatto scontata e mi sto adoperando anche rispetto al riconoscimento del ruolo delicatissimo svolto dagli addetti. Siamo una squadra che ha tanto da lavorare e lo faremo anche grazie al supporto della Protezione civile nazionale che favorirà l’adozione di procedure omogenee, particolarmente necessarie nelle zone di confine.

Come ex sindaco so cosa vuol dire essere in prima linea e per questo starò al fianco dei Comuni e degli operatori, perché mi rendo conto che non ci si può occupare di Protezione civile con la paura e la presenza oggi qui del dipartimento nazionale ci dà grande fiducia”.

 Giampedrone ha inoltre annunciato l’avvio del piano da 3,5 mln destinati agli interventi di messa in sicurezza nei Comuni liguri che hanno subito danni negli ultimi anni per consentire di avviare operazioni di protezione civile.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo