lunedì 10 agosto 2020
27.03.2014 - Redazione

Cimiteri disastrati a Ventimiglia, Iachino: "i commissari diano una spiegazione"

In riferimento alle proteste dei cittadini relative ai cimiteri della città e delle frazioni, che appaiono in totale abbandono, interviene il candidato sindaco del gruppo “Ventimiglia Quale Futuro”, Carlo Iachino.

“ In sintesi, - spiega Iachino - questa è la sequenza degli avvenimenti che hanno condotto a questo stato di cose: il 17/11/2012 - con scadenza 16/11/2013 viene affidato, al massimo sconto, l'appalto alla ditta campana MILILLO, per la gestione dei servici cimiteriali della città d Ventimiglia per un numero di sette cimiteri, tra quello centrale ed altri 6 periferici. Alla data di scadenza della gestione, l'Amministrazione Commissariale non proroga , nè si preoccupa di bandire un nuovo incarico. Pur tuttavia, alla scadenza naturale del contratto viene chiesto alla Ditta appaltatrice (ormai scaduta) di continuare in prorogatio l'attività svolta fino a quel momento, con la promessa, da parte dei Commissari, della copertura finanziaria dell'eventuale periodo successivo al vincolo contrattuale. Nonostante il trascorrere dei mesi , le suddette promesse non vengono mantenute, mentre la ditta Milillo, su esplicita promessa di una proroga scritta, continua la propria consueta attività per altri 3 mesi.

Dopo il 15/02/2013 e dopo innumerevoli solleciti di chiarimento per la definizione dei rapporti , la ditta è costretta ad interrompere la fornitura dei propri servizi, non trovando più la copertura finanziaria per stipendiare i propri dipendenti. Appare evidente che i Commissari non vogliano, o non siano in grado di prorogare il Servizio, ma il mattino successivo alla rinuncia della ditta Milillo, come per incanto, ben due ditte ottengono una immediata concessione per proseguire il lavoro "per motivi di urgenza non differibile" (? ? ?) Le ditte incaricate si chiamano "Il Cammino" e "La Speranza", forse incaricate per il loro nome di buon auspicio, considerando trattasi di Servizi Cimiteriali. I cittadini si chiedono:

1- Perché non si è provveduto al bando di rinnovo dell'appalto nei tempi dovuti?

2- Perché non si è tutelato il personale dipendente della ditta precedente?

3 -Perché non si è concessa una proroga, in attesa di un regolare bando concorsuale?

Forse i Commissari devono una spiegazione ai cittadini di Ventimiglia, soprattutto a coloro che ritengono il loro operato non all'altezza della situazione”.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo