sabato 23 settembre 2017
02.09.2015 - Donatella Lauria

Commissione Protezione Civile: un tavolo tecnico permanente Regione-ANCI

“E’ stata una riunione intensa, costruttiva e partecipata quella che si è svolta questa mattina nella sede di ANCI Liguria – ha dichiarato Michele Malfatti, Coordinatore della Commissione Protezione Civile di ANCI Liguria – e ringrazio l’Assessore Regionale e il suo staff tecnico per la loro partecipazione e disponibilità per avviare un serio e concreto percorso di confronto, volto al miglioramento del sistema di protezione civile e gestione del rischio meteo idrogeologico e idraulico della nostra regione.”

Tale soddisfazione si affianca alla forte delusione che la Regione non abbia tenuto conto della nostra richiesta di luglio scorso di prorogare l’entrata in vigore del nuovo sistema di allertamento prevista per il corrente mese di settembre, insoddisfazione dettata dalla concreta preoccupazione dei nostri 235 Comuni di non avere a disposizione il tempo e soprattutto le risorse necessarie per rendere operativo tale sistema e attivare l’indispensabile campagna di informazione ai cittadini – ha continuato Malfatti –. Apprezzabile infine l’impegno dell’Assessore Giampedrone di rendere immediatamente operativo un tavolo tecnico permanente Regione - ANCI su queste tematiche a supporto dei nostri associati, che lo hanno proposto, e della stessa Regione Liguria.”

Tra le preoccupazioni dei Sindaci e di ANCI espresse oggi durante la riunione, oltre alla difficoltà di mettere in atto gli atti formali, organizzativi e di comunicazione, vi sono delle perplessità circa la gestione a livello di singolo Comune del sistema di allertamento basato sui codici colore, in particolare in riferimento al codice “ARANCIONE”, che prevede una discrezionalità del Sindaco nel mettere in atto le misure di protezione civile per la popolazione.

Proprio sugli aspetti di funzionamento e impostazione l’Assessore Regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, con il proprio Staff tecnico presente all’incontro, ha fornito molte informazioni e dettagli, evidenziando la logica che il nuovo sistema di allertamento introduce e annunciando un incontro anche con rappresentanti tecnici a livello nazionale.

“Sono molto soddisfatto della riunione di questa mattina, che mi ha permesso di confermare la volontà della Giunta di mantenere i tempi di entrata in vigore del nuovo sistema di allertamento, che oramai tutte le Regioni limitrofe a noi hanno adottato e che non possiamo più rimandareha dichiarato l’Assessore -. Sono perfettamente conscio che sarà un passaggio impegnativo e delicato ed è per questo che il nostro supporto ad ANCI e soprattutto ai Comuni sarà totale e immediato .”

“Tutto questo con una struttura di Protezione Civile Regionale – ha continuato Giampedrone - che vuole essere sempre più professionalizzante e a disposizione dei territori. In questo senso vanno le scelte di aggiornamento e implementazione del personale della nostra Centrale Operativa, e la collaborazione che stiamo avviando con il dipartimento nazionale di Protezione Civile.”

“Il passaggio al nuovo sistema di allertamento – conclude l’Assessore – sarà coadiuvato da una campagna di comunicazione condotta a livello Regionale, ma confermo inoltre la disponibilità a nome della Giunta a supportare le azioni informative dei singoli Comuni, per garantire la capillarità del messaggio al cittadino nel minore tempo possibile”.

La Regione, infine, si è impegnata a proporre nella Conferenza Stato Regioni l’emendamento proposto da ANCI Liguria alla legge sul patto di stabilità, che prevede lo svincolo delle risorse che i Comuni investono in protezione civile, sia a livello di prevenzione sia per spese in ripristino.

Nel corso della riunione è emersa da parte dei Sindaci l’esigenza di aumentare il coinvolgimento dei cittadini e delle forze del volontariato organizzato nella attività di tutela e conservazione del territorio e nella protezione civile.

La Commissione Protezione Civile di ANCI Liguria opera con l’obiettivo di sviluppare un piano di azioni comuni, anche in collaborazione con l’Ordine professionale dei Geologi, finalizzate alla diffusione della cultura della protezione civile e alla realizzazione di attività di carattere formativo, tecnico e operativo, utili ad assicurare alle comunità locali una risposta di protezione civile sempre più efficace ed efficiente.

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo