mercoledì 22 novembre 2017
16.09.2015 - Redazione

Genova: presentato un Salone Nautico dai grandi numeri

Che Salone sarà? La nuova gestione UCINA saprà mettere la marcia in più alla più importante fiera nautica italiana? E’ tempo di pensare al Salone Nautico di Genova 2015 , 30 settembre-3ottobre, per il comparto italiano e l’attesa cresce per gli addetti ai lavori perché, inutile nasconderlo, questa edizione è molto importante.

Lo è perché è la prima della gestione Carla Demaria. E’ importante anche perché arriva dopo mesi di conflitti dentro UCINA Confindustria Nautica e dopo l’uscita di alcune aziende che sono confluite dentro il nuovo soggetto di categoria, Italia Nautica.

I numeri parlano di un grande Salone Nautico di Genova: oltre 1000 imbarcazioni, 760 espositori e 140 operatori esteri provenienti da più di 36 Paesi, questi sono i numeri diffusi dagli organizzatori alla presentazione ufficiale dell’edizione 2015 a Milano, fronte Expo.

Quella del Salone Nautico di Genova è una grande storia, non una storia solo di Genova ma un patrimonio di tutta la nautica, dell’economia italiana, un patrimonio di tutti, e se è di tutti tutti devono avere interesse a difenderlo”, ha dichiarato Carla Demaria, un discorso che suona ancora una volta come una richiesta di unità e collaborazione dai soggetti che operano nel comparto.

Vera attrazione del prossimo Salone Nautico di Genova sarà la Volvo Ocean Race.

Agonismo puro con i due equipaggi, Team SCA e Team Vestas Wind, che si incontreranno in mare per una serie di regate Pro-am, ossia con velisti e ospiti a bordo, nelle giornate di mercoledì 30 settembre, giovedì 1 e venerdì 2 ottobre e che saranno fra le stelle della regata di flotta organizzata dal Salone Nautico di Genova, in programma per sabato 3. Una bella occasione per vedere le imbarcazioni oceaniche navigare a poche centinaia di metri dalla città e per incontrare alcuni dei velisti, come l’australiano Chris Nicholson skipper di Team Vestas Wind e le donne di Team SCA, fra cui la navigatrice inglese Libby Greenhalgh che con il suo lavoro tattico ha portato il suo team ad aggiudicarsi la vittoria di tappa a Lorient, prima volta per un equipaggio femminile dopo moltissimi anni.

Ma non solo, per i visitatori ci sarà anche la possibilità di visitare la Cross Section, un mezzo scafo a grandezza naturale e completamente attrezzato che farà vivere loro l’emozione di stare a bordo di una delle barche del giro del mondo. L’attrazione è stata una delle più popolari nel corso della regata, basti considerare che nelle nove città sede di tappa sono state quasi mezzo milione le persone che si sono “imbarcate”.

Altrettanto attraente per il pubblico, con oltre 160.000 spettatori, il Dome: la grande struttura a cupola che ospita una vera e propria sala cinematografica dove saranno proiettati dei video sulla regata e sulla vita di bordo dei velisti.

Il pubblico avrà anche l’occasione, nella mattina di sabato, di conoscere e porre domande dirette ai protagonisti, in un incontro pubblico organizzato al Teatro del Mare che vedrà la presenza dei velisti e di componenti dello staff Volvo Ocean Race. Inoltre, sia sabato che domenica, le due imbarcazioni monotipo Volvo Ocean 65, saranno disponibili per delle visite guidate a bordo.

(Fonte Liguria Nautica)


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo