martedì 28 maggio 2024
26.07.2014 - Donatella Lauria

Genova Voltri sarà la nuova isola del Giglio, riflettori accesi sull'antico quartiere genovese

Un intero quartiere genovese si prepara ad accogliere il relitto della Costa Concordia, in arrivo domenica pomeriggio.

L’ultimo viaggio della Concordia sta per finire. I riflettori si sono spenti per sempre sull’isola del Giglio per accendersi tra poche ore in un quartiere genovese poco conosciuto e guardato per forza e velocemente dai passeggeri dei treni.

La “carcassa” di una delle navi più belle del mondo arriverà domenica nel pomeriggio nel capoluogo ligure.

A differenza che all’isola toscana del naufragio, la nave sarà ospitata in un grande territorio cittadino. Chiunque passando in treno o arrivando in autostrada la potrà vedere. Il mondo riscoprirà la vecchia Genova e il suo spettacolare policentrismo. La scoprirà, partendo dal porto che è chiamato “di Voltri” ma in realtà si estende davanti a Prà.

Intorno dominano le distese di basilico, che fanno del quartiere la capitale del pesto; ci sono le ville storiche, tanto belle che la zona in passato fu scelta per la villeggiatura dalla nobiltà genovese; la spiaggia che regnava ieri, oggi ha lasciato spazio al porto. Era una delle più affascinanti della Liguria, e ne rimangono solo immagini e cartoline. E c’è la storia, quella del forte Castelluccio, costruito nel quindicesimo secolo per contrastare gli attacchi dei pirati, che erano l’incubo del sestiere. Qui, tra i battiti del cuore di un quartiere pulsante,  la Concordia aspetterà di sparire per sempre. E nell’attesa sofferente il quartiere di Voltri vivrà il suo momento di massima gloria.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo