domenica 17 dicembre 2017
07.09.2015 - Redazione

Salute, vicepresidente Viale: "formare gli studenti nelle pratiche di primo soccorso"

“Formare i più giovani nelle pratiche di primo soccorso e contestualmente sensibilizzare le nuove generazioni alle buone pratiche, per esempio nella prevenzione del rischio, sono passaggi fondamentali per promuovere la cultura della salute oltreché garantire un efficientamento generale del sistema sanitario regionale”.

Così ha dichiarato la vicepresidente e assessore alla salute Sonia Viale che insieme all’assessore alla Formazione Ilaria Cavo ha presentato la delibera per l’approvazione, anche per l’anno scolastico 2015-2016, del progetto “Primo soccorso a scuola. A scuola di Primo soccorso”, realizzato, a titolo gratuito, in collaborazione con 118 Liguria, 118 Tigullio, ASL 3 Genovese, ANPAS, CRI, EO Ospedali Galliera, IRC Centro di Formazione New Life di Rapallo, IRCCS AOU San Martino-IST, IRCCS Gaslini, Pediatri di Libera Scelta Liguri. “L’obiettivo del progetto – spiega la vicepresidente Viale – è coinvolgere bambini e ragazzi nell’acquisizione di conoscenze e competenze ad esempio su come funziona un Pronto soccorso, la rete dell’emergenza, come e quando chiamare correttamente il 118. Stiamo lavorando anche per ampliare l’iniziativa a tutto il territorio ligure attraverso il coinvolgimento delle Asl ed, eventualmente, degli operatori di altri enti del servizio sanitario. Educare i più giovani a un corretto accesso al sistema dell’emergenza è senza dubbio un primo passo per evitare in futuro che ci sia un numero di codici bianchi didifficile gestione”. “Negli ultimi due anni scolastici sono stati 10 mila gli studenti liguri che hanno partecipato al progetto con buoni risultati – ha dichiarato l’assessore Cavo – L’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria ha condiviso con entusiasmo il progetto in cui saranno coinvolte le scuole migliori del territorio: ha rinnovato il patrocinio e l’uso del logo anche per l’anno 2015 -2016”.

Per l’anno 2015-2016 sono disponibili due moduli da 2 e da 4 ore a scelta delle scuole. Gli argomenti trattati vengono calibrati in base all’età degli alunni e consentono di conoscere anche  cosa non fare per esempio in caso di trauma, le pratiche di primo soccorso, come comportarsi in situazioni di rischio.

 


Commenti

Roberto Rorro il 09-09-15 09:54 ha scritto:
Sono anni che gli studenti in Liguria vengono formati nelle pratiche di primo soccorso. Dove ha vissuto sino a oggi? In Lombardia sperando di essere eletta "veramente" dalla gente?

Accedi per scrivere un commento

 
Meteo