mercoledì 25 novembre 2020
02.04.2014 - Redazione

Bordighera: Villa Regina riapre al pubblico dopo la pausa invernale

A partire da venerdì 4 aprile il museo di Villa Regina Margherita a Bordighera, dopo l’apertura invernale riservata ai gruppi organizzati e alle scuole, torna ad essere fruibile da parte di tutti i visitatori. Fino alla fine di giugno il museo rispetterà il seguente orario: venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 18.00; durante i mesi di luglio e agosto l’apertura sarà da mercoledì a domenica dalle ore 15.30 alle 23.00.

La storia di Villa Regina Margherita nasce nel lontano 1913, quando la regina madre decise di far costruire dall’architetto Luigi Broggi una nuova residenza a Bordighera, per la quale  provò sempre un grande affetto: “Quando voglio pensare a qualche cosa di piacevole e di riposante - scriveva nel gennaio del 1923 - mi viene subito davanti agli occhi la mia cara villa di Bordighera...”.

Il 4 giugno del 1926 Margherita si spense nella sua cara Villa e suo figlio, il re Vittorio Emanuele III donò la proprietà (che comprendeva anche l’ex villa Etelinda) all’Associazione Nazionale delle Famiglie dei Caduti in Guerra, che destinò le due dimore a casa di soggiorno estivo per i congiunti dei caduti. Quadri, mobili e oggetti d’arte che la regina aveva scelto per la villa furono portati a Roma. Il 16 settembre 2008 l’Amministrazione Provinciale di Imperia e la Città di Bordighera hanno acquistato la villa e l’11 ottobre dello stesso anno viene siglato un accordo tra la famiglia Terruzzi, da un lato, e la Provincia di Imperia, la Città di Bordighera e la Regione Liguria dall’altro, che dà vita alla Fondazione Famiglia Terruzzi Villa Regina Margherita.

Nell’aprile del 2009 iniziano i restauri della villa, affidati al mecenatismo della famiglia Terruzzi, con l’intento di realizzarvi un museo e rendere accessibile al pubblico una parte consistente della propria collezione, composta da dipinti, mobili e oggetti d’arte dal XVII al XVIII sec.

Oggi il museo è una realtà di grande valore storico-artistico non solo per la città di Bordighera, ma per l’intera Liguria. In appena tre anni di vita il museo ha organizzato mostre temporanee di grande interesse: la prima nel 2011 dedicata alla padrona di casa Margherita: regina d’arte e di cultura; la seconda nel 2012 Sguardi sul Novecento: Collezionismo privato tra gusto e tendenza con opere di Casorati, Balla, De Chirico, De Pisis, Morandi, Fontana, Manzù e i rappresentanti del gruppo Cobra; nel 2013  la Fondazione ha promosso due mostre di giovani artisti, la prima IN-NATURALE  con opere di Maria Rebecca Ballestra, Natalie Silva e Saverio Chiappalone e la seconda Pour le plaisir des yeux, un itinerario sul tema del viaggio attraverso le fotografie di Matteo Carassale e le sculture giganti di Stefano Bombardieri.

Anche per il 2014 la stagione di Villa Regina Margherita si presenta con un calendario ricco di proposte. Si parte con i laboratori botanici curati dal prof. Giampiero Cane dell’Istituto Aicardi di Sanremo: Prepariamo l'orto, Le rose e il roseto, Gli aromi e loro uso in cucina, Le fioriture estive, Il giardino e il balcone fiorito. Tutte le domeniche pomeriggio un laboratorio didattico pensato per tutta la famiglia e il sabato il museo apre le porte ai visitatori più piccoli con attività ludico-artistiche e sempre per quest’ultimi parte l’iniziativa Festeggia il tuo compleanno al museo: un mix di arte e divertimento, e in collaborazione con l’Associazione Musicalmente di Bordighera un percorso didattico dedicato alla musica e alle espressioni corporee. Il rapporto tra la Fondazione Terruzzi e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo si consolida sempre di più. La stagione concertistica 2014 nella Loggia e ne Giardini della Villa prevede 5 concerti da camera e 3 concerti sinfonici. Il primo concerto sinfonico si terrà domenica 27 luglio con musiche di Simon Mayr (Saffo); Piotr Ilic Ciaikovski (Suite di balletti); Edvard Grieg (Il Mattino); Giuseppe Verdi (Aida – estrapolazioni); George Bizet (Carmen – Suite). Il secondo concerto è previsto per sabato 9 agosto con musiche di Ottorino Respighi (Antiche arie e danze per liuto – Suite n. 3 per archi); Gian Francesco Malipiero (Sesta Sinfonia “degli archi”); Piotr Ilic Ciaikovski (Serenata in Do Maggiore Op. 48 per Archi). Sabato 23 agosto il terzo appuntamento sinfonico con musiche di Antonio Vivaldi (Concerto in La Maggiore F. XI n. 4 per Archi e Cembalo); Wolfgang Amadeus Mozart (Divertimento in Re Maggiore K. 136 per Archi); Wolfgang Amadeus Mozart (Divertimento in Fa Maggiore K. 138 per Archi); Alfonso Leng (Andante per Archi); Edward Elgar (Serenata in Mi Minore Op. 20 per Archi); Astor Piazzolla (Libertango). L’Orchestra Sinfonica di Bordighera presenta invece un programma di concerti jazz nella splendida cornice della terrazza panoramica della villa. La caffetteria del museo con una nuova gestione offre ai visitatori momenti di pausa dalla colazione al tè del pomeriggio. A partire da domenica 13 aprile sempre in terrazza appuntamento fisso con la nuova iniziativa art-brunch.

Per informazioni sulle attività del museo si prega di telefonare dal mercoledì alla domenica dalle ore 8 alle 18 ai seguenti numeri: 0184 276111/102/103 o scrivere a segreteria@ftvm.it


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo