giovedì 23 novembre 2017
05.10.2015 - Redazione

I tesori culturali della Liguria in vetrina a Lucca

C’è anche la Liguria 2.0 dei castelli e dei borghi in vetrina Re A LuBeC 2015, la rassegna lucchese sui Beni Culturali e le Nuove Tecnologie, in programma a al Real Collegio di Lucca giovedì 8 e venerdì 9 ottobre.

La Regione Liguria presenta a Lucca le esperienze del progetto Liguria Heritage, un programma le cui risorse servono a valorizzare, promuovere e comunicare i 96 beni culturali e monumenti appena recuperati. Per sviluppare il progetto la Regione ha deciso di puntare fortemente sull'innovazione, avvalendosi della società regionale di informatica Liguria Digitale Scpa e si è orientata fin da subito verso le tecnologie ICT, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, che creano l’alleanza giusta ed efficace tra divertimento e cultura.

Con la modalità di realtà aumentata in ambito culturale, sperimentata in Liguria, è possibile, fra le tante esperienze, puntare il proprio smartphone o tablet nei punti più significativi durante il percorso di visita del castello e di tanti altri beni culturali per vedere comparire avatar tridimensionali di personaggi storici che descrivono le opere e raccontano le vicende dell'antico maniero.

Gli avatar fanno da guida ai visitatori che possono fruire di un monumento come se fosse un museo a cielo aperto, diviso in stanze virtuali, ognuna tematizzata.

L'obiettivo di Liguria Heritage è rivitalizzare i centri storici, valorizzare ville e palazzi storici, i castelli e i forti di Liguria e farli diventare una motivazione di viaggio per potenziare il flusso turistico e lo sviluppo economico locale.

Le nuove tecnologie per la comunicazione del patrimonio artistico e del territorio possono avere interessanti ricadute economiche, come sarà approfondito a Luccainsieme con esperti provenienti da vari settori istituzionali e industriali e dal mondo accademico legati alla progettazione e alla gestione dei culturale e del territorio.

Attraverso le nuove tecnologie multimediali è possibile un nuovo approccio alla comprensione del patrimonio artistico e del territorio, mediante percorsi di visita personalizzati "virtuali" e interattivi che consentono di raggiungere fasce di utenza e di pubblico che difficilmente sarebbero stati coinvolgibili con strumenti tradizionali e che possono diventare fruitori di nuove modalità di accesso e di consumo.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo