mercoledì 25 novembre 2020
03.10.2014 - Donatella Lauria

Risplende in Cattedrale il nuovo quadro di Tommaso Reggio firmato Davide Puma

Il Tommaso Reggio di Davide Puma è ora esposto in Cattedrale.

Luce, santità, purezza. Sono gli elementi che l’opera di Davide Puma, raffigurante Beato Tommaso Reggio, trasmettono a chi la osserva.

Una sensazione di pace e serenità davanti ad un quadro che riassume le capacità tecniche di un artista ormai di fama internazionale, scelto da Don Luca Salomone per raffigurare il vescovo ventimigliese, fondatore della congregazione di Santa Marta. E le colombe che volano innanzi all’immagine vogliono essere il simbolo delle suore che da fine ottocento operano nella città come “ancelle” di pace e di fede.

L'opera, presentata e benedetta dal Vescovo Mons. Suetta nel mese di giugno, è stata posizionata giorni fa in Cattedrale: un posto d'onore nella navata di destra.

“Mi ha dato molte emozioni dipingere questo quadro  – ha spiegato Puma – mi sento profondamente legato a Tommaso Reggio ed è come se l’incarico di raffigurarlo fosse arrivato direttamente da lui. Ho iniziato la mia carriera artistica a Genova, città dove lui fu vescovo, e ho una casa a Triora davanti al luogo in cui è morto. Sono segni”.

Puma, quarant'anni, che vive da qualche anno nella città di confine, non a caso e’ stato chiamato per rappresentare la figura del Beato.

Disegnatore da sempre, dopo essersi dedicato ad altri percorsi lavorativi decide nel 2003 di consegnarsi in toto alla pittura e, seguendo le orme del fratello Corrado, frequenta l’Accademia Balbo di Bordighera con il maestro Enzo Consiglio e si iscrive  alla scuola di nudo artistico di Mentone.

I suoi dipinti sono presenti in diverse gallerie in Italia e all’estero. Ha esposto a Parigi, Milano, Roma, Reggio Emilia, Benevento, Vicenza oltre che Sanremo e Bordighera.

Il suo talento di pittore, dunque, è emerso solo pochi anni fa e sta consegnando all'artista successi e fama anche a livello internazionale.

Dal 2014 e’ entrato a far parte della collezione permanente del museo d’arte contemporanea il Macs di Catania. A settembre sara’  impegnato in una personale presso la galleria Sibernagl Undergallery di Milano.

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo