mercoledì 18 luglio 2018
28.02.2015 - Donatella Lauria

Sanremo: il forte di Santa Tecla torna agli antichi splendori

A Sanremo Sovrintendenza e Comune recuperano un forte settecentesco costruito dai genovesi, un’operazione importante il cui primo lotto è già partito”.

 Lo ha detto oggi il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando presentando il primo lotto di lavori per il restauro del forte di Santa Tecla a Sanremo, insieme con l’assessore Angelo Berlangieri, l’assessore al Turismo e Cultura del Comune di Sanremo, Daniela Cassini, e la soprintendente ai Beni Architettonici della Liguria Luisa Papotti.

Il primo lotto degli interventi per il restauro e l’adeguamento funzionale del forte sanremese è stato finanziato con 1 milione 900 mila euro da fondi Por- Fesr 2007/2013 (un milione 520 mila euro) e fondi comunali (380 mila euro) dal MiBACT (ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo), attraverso la Soprintendenza dei beni architettonici e paesaggistici della Liguria.

I lavori sono iniziati a metà settembre 2014 e si concluderanno alla fine di settembre 2015.  L’inaugurazione e l’operatività della struttura sono previste per dicembre 2015.

Il forte fu edificato dai genovesi a metà del ‘700 vicino al porto storico. A pianta triangolare, su tre piani e bastionato ai vertici, è uno dei pochi esempi di architettura militare settecentesca rimasti intatti sulla costa ligure. E’ di proprietà demaniale, attualmente in consegna alla Soprintendenza.

Il recupero intende conservarlo e valorizzarlo attraverso una soluzione architettonica di qualità anche attraverso la realizzazione della struttura vetrata che coprirà la piazza d’armi, nodo intorno a cui si distribuisce l’impianto dell’edificio. Sono inoltre previsti spazi per esposizioni, una sala conferenze, uno spazio per attività didattiche, un teatro all’aperto, un ristorante/caffetteria e spazi per attività complementari. Il complesso intervento di recupero per il primo lotto funzionale, è attuato dalla Soprintendenza in sinergia con il Comune e la Regione e rientra nell’ambito di un più complesso progetto per la completa trasformazione della fortezza settecentesca in un nuovo spazio culturale polivalente.

 L’importo complessivo per l’intera opera sarà di 4,5 milioni di euro. Oggi, grazie ai fondi a disposizione, si sta eseguendo il primo lotto che realizzerà la copertura della piazza d’armi e la sala convegni.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo