martedì 11 agosto 2020
02.06.2013 - Donatella Lauria

Un angolo di paradiso in Riviera, apre la spiaggetta dei Balzi Rossi

E’ un angolo di paradiso che nulla ha da invidiare alle bianche spiagge della Sardegna o, andando più lontano, delle Maldive. Un piccolo gioiello naturale, abbracciato da Italia e Francia a pochi passi dalla frontiera di Ponte San Ludovico, in località Grimaldi di Ventimiglia.

E’ la rinomata spiaggia dei Balzi Rossi, più conosciuta come “spiaggetta delle uova”, unica e particolare per la forma delle bianche pietre che sembrano appunto piccole uova splendenti. Proprio questo week end ha aperto le porte alla nuova stagione estiva, anche se in un clima piuttosto autunnale.

A due passi sito archeologico preistorico più importante del Mediterraneo occidentale e dai reperti conservati nell’omonimo  Museo Preistorico, rappresenta un punto di ritrovo per gli amanti della natura. I sassi sono  ovoidali, levigati con cura dal mare, e formano una piccola baia diventata negli anni  punto di incontro di artisti, scrittori e personaggi famosi. Il litorale è stato anche teatro di presentazioni di libri nelle calde serate estive al tramonto.

Il luogo rappresenta un unico ambiente con il museo preistorico poco distante. Una continuazione per chi, dopo avere ammirato i preziosi reperti, vuole immergersi in uno scenario naturale unico al mondo.

Incantevole anche la strada da percorrere per raggiungere questo luogo fiabesco: rocce rosse, mare, piante e profumo di mare  e di macchia mediterranea che, staccandosi dalla realtà, immergono i visitatori nel lontano mondo degli uomini primitivi. I colori sembrano usciti da un’opera d’arte dove l’azzurro del mare si sposa con il candore delle pietre che al tramonto diventano viola.

L’insenatura che accoglie la Spiaggetta, offre la possibilità di trascorrere momenti di relax in assoluta tranquillità, immersi nella pace e nella natura incontaminata.

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo