sabato 30 maggio 2020
20.12.2013 - Donatella Lauria

Ventimiglia: inaugurazione a gennaio dei nuovi locali del Forte dell'Annunziata

"Mantenendo la tradizione settimanale di presentare un’opera che si conclude, oggi parliamo di un’operazione su un bene di proprietà regionale, i cui lavori di recupero sono finiti in questi giorni e che rientra nel quadro degli interventi di valorizzazione del patrimonio culturale della città di Ventimiglia. Dal prossimo mese di gennaio presenteremo due opere alla settimana per poterle illustrare tutte, circa un centinaio, entro la fine del mio mandato”. Lo ha detto oggi il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando parlando in conferenza stampa del recupero e dei nuovi allestimenti del Forte dell’Annunziata a Ventimiglia insieme con gli assessori Angelo Berlangieri e Renzo Guccinelli, alla presenza del commissario straordinario del comune di Ventimiglia Giuseppe Larosa. Burlando ha inoltre comunicato che la Regione Liguria si è costituita parte civile nel processo per reati associativi che ha portato al commissariamento del comune di Ventimiglia: “E’accaduto anche in coerenza con una legge che impegna la Regione a farlo per tutti i processi di questo genere che avvengono sul nostro territorio. Ci auguriamo che non si presentino più esperienze simili”.

L’opera, commissionata dal comune di Ventimiglia, è costata 1 milione e 300 mila euro, di cui 1 milione e 40 mila euro da fondi POR FESR 2007/2013, 130 mila euro da fondi della Regione Liguria e 130 mila euro da fondi comunali.

La direzione lavori è stata affidata all'architetto ventimigliese Adriano Palmero.

I lavori avevano avuto inizio a fine agosto 2010 e si sono conclusi a inizio dicembre 2013. Il 20 gennaio 2014 è prevista una visita istituzionale ai lavori di restauro di Burlando e degli assessori. L’intervento di restauro, risanamento conservativo e di consolidamento dell’antica fortezza fa parte di un progetto coordinato dalla Provincia di Imperia per la valorizzazione e l’inserimento di nuove funzioni dello storico sistema difensivo del ponente ligure.

Il Forte dell’Annunziata venne costruito agli inizi del XIX secolo e, insieme con il Forte San Paolo, faceva parte del sistema difensivo di Ventimiglia di rinforzo al confine occidentale del Regno Sabaudo. Con la cessione di Nizza del 1883 il Forte San Paolo venne demolito e la fortezza dell’Annunziata venne declassata a caserma. Dal 1990 una parte della fortezza ospita il Museo Civico Archeologico Girolamo Rossi. La struttura è di proprietà della Regione Liguria ed è concessa in comodato trentennale, fino al 2029, al comune di Ventimiglia. Il progetto realizzato ha consentito il recupero dei vani a piano terra, della terrazza aperta sul mare di Punta Rocca e degli spazi sottostanti che ospiteranno un ampliamento del percorso espositivo del Museo Archeologico già presente. I tempi di lavorazione sono stati lunghi per diverse ragioni: una prima variante conseguente alle prescrizioni della Soprintendenza Archeologica e ai Beni Monumentali; la risoluzione del contratto con l’impresa esecutrice; il collaudo delle opere sino ad allora realizzate. Per evitare una lunga interruzione del cantiere, sono state contattate le ditte che seguivano nella graduatoria: la seconda ha rinunciato, mentre la terza qualificata ha accettato e ripreso i lavori nei primi mesi del 2013. Recentemente sono stati completati la parte impiantistica e tutti gli allestimenti museali.

 

 

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo