sabato 11 luglio 2020
18.09.2014 - Redazione

Ventimiglia: storici ed esperti diventano "guide" volontarie per un giorno

Sabato20 settembre  full immersion nel patrimonio storico, artistico e culturale di Ventimiglia alta

In occasione della trentunesima edizione delle Giornate Europee del Patrimonio Culturale, sabato 20 settembre, il Comitato Centro Storico di Ventimiglia, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Ventimiglia, organizza una vera e propria full immersion nel patrimonio artistico, storico e culturale della Città Alta. A partire dalle ore 18.00, sino alle ore 24.0, intervallate a cadenze di 20 minuti circa cadauna, avranno luogo visite guidate nel corso delle quali sarà possibile apprendere la storia dei monumenti e delle opere d’arte che impreziosiscono il borgo medioevale di Ventimiglia. La lodevole iniziativa, promossa dal presidente dell’associazione, il dottor Sergio Pallanca, si avvale di una vera e propria mobilitazione di studiosi ed esperti di storia locale, che volontariamente e gratuitamente si presteranno a far da Cicerone ai turisti e ai curiosi desiderosi di approfondire la conoscenza della cultura e delle tradizioni Ventimigliese. “Devo ringraziare di cuore” ha dichiarato il dinamico presidente “quanti volontariamente si sono prestati e hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa. Ventimiglia è una città ricca di fascino e storia, l’amore per la nostra città è grande e il successo che l’iniziativa sta riscuotendo, mi sprona a proporre sempre nuove iniziative che, sono certo, permetteranno ai nostri concittadini e ai turisti, di apprezzarne sempre più storia, tradizioni e opere d’arte di cui spesso non si conosce neppure l’esistenza.” La squadra messa in campo dal comitato è veramente numerosa e gli argomenti trattati sono di notevole interesse. Si parte dalla piazza della Cattedrale di N. S. dell’Assunta, la cui simbologia del Portale verrà illustrata dallo studioso Luigino Maccario. All’interno, Don Luca Salomone, ne descriverà la storia  e le sue fasi evolutive, mentre la professoressa Maria Grazia Rabellino tratterà la storia e la tipologia del Battistero. Proseguendo nella passeggiata, si potrà raggiungere il neo restaurato Oratorio di San Giovanni  della Confraternita dei Bianchi di cui la dottoressa Raffaella Della Valle ne illustrerà le fasi del restauro del portale. Ritornando verso via Garibaldi, lo stesso dottor Pallanca farà da anfitrione nel Convento di Sant’Antonio delle Suore dell’Orto e ne descriverà la storia e il chiostro, narrando al contempo l’epopea dei conti di Ventimiglia. Nella Cappella dello stesso convento, la dottoressa Raffaella Lai, a sua volta, presenterà le varie fasi del restauro del crocefisso ligneo (realizzato grazie alla raccolta fondi organizzata dallo stesso Comitato). Proseguendo la passeggiata lungo via Garibaldi, si potrà raggiungere l’Oratorio della Confraternita dei Neri, ove la professoressa Mara Cilli, disquisirà sulla sua storia e sulle vicende delle Confraternite di Ventimiglia. A pochi passi dall’Oratorio, sarà altresì possibile visitare la sede della Fondazione Biancheri, nella prestigiosa residenza Biancheri, ricca di documenti e reperti, che verranno descritti dallo studioso Erino Viola, presidente della Fondazione stessa. Per concludere la full immersion culturale si potrà poi scendere in via Piemonte e raggiungere la Chiesa di San Michele ove il sacerdote Don Luca Salacca, sarà lieto di accogliere i visitatori per raccontare la storia dei Monaci Benedettini a Ventimiglia. “ Non ci saranno solo storia e tradizione” puntualizza, orgoglioso, il dott. Pallanca “avremo anche il supporto di cinque maestri di musica: Eugenio e Franco Cocco, Nicolò Morandini, Andrea Verrando e Lorenzo Viale, con le loro interpretazioni, arricchiranno di armonia le visite nei vari siti. Infine due prestigiosi appuntamenti con l’arte contemporanea: L’artista Maria Rebecca Ballestra, reduce da una prestigiosa trasferta negli Stati Uniti, realizzerà una installazione artistica nei Giardini Pensili della casa vescovile, mentre, a sua volta, Gaspare Caramello,  appena premiato con la Palma d’Oro in un’ esposizione a Montecarlo, presenterà un’installazione visiva nella sala della Cisterna dedicata alla giornata dell’equinozio, simbolo e auspicio di pace per tutto il mondo. In suo supporto anche il Movimento di Liberazione Stumentale, l’attrice Mariacristina Brettone, il sociologo Claudio Morano e il tecnico informatico, multimediale Mauro Merlenghi” .

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo